palio rocchetta tanaro
Attualità
Galleria 
Eventi

Rocchetta Tanaro, il weekend è all’insegna della tradizione del “Palio d’la Rucheta”

Sabato e domenica partecipano al Palio i quattro paesi di Rocchetta Tanaro, Cerro Tanaro, Refrancore e Castello di Annone. In programma corteo storico, giochi di una volta e stand gastronomici

Il 18 e 19 giugno si terrà a Rocchetta Tanaro in piazza Piacentino “Il Palio d’la Rucheta”. La manifestazione, conosciuta meglio come “Palio di Rocchetta”, affonda le proprie radici nella tradizione del “Palio dei Borghi”, chiamato nelle primissime edizioni “Palio della tirà” dal nome di un tipico dolce del paese. Tipicamente consisteva in una competizione tra gli otto borghi del paese che recatisi in piazza Piacentino, la piazza principale, si sfidavano in una serie di giochi storici/rievocativi. Per i primi anni il “Palio dei Borghi” rappresentò una delle più coinvolgenti manifestazioni per la popolazione rocchettese, arrivando a contare ben 10 edizioni nelle quali si sfidavano i seguenti borghi: Asinara – Cornalea – Madonna, Possavina (Mogliotti), Piazze, Pitagera, Sant’Antonio, Santa Caterina – San Rocco, Sant’Emiliano-Martinetto, Vallescura – Bella Caterina. Le prime edizioni furono svolte negli anni ‘70 tra il 1973 e il 1977 e successivamente seguirono due edizioni nel 1992 e nel 1993. Dopo una pausa di 17 anni, l’appena nata consulta giovanile decise di riproporre questa antica tradizione organizzando le edizioni del 2010, 2011, 2013.

Prima dell’inizio delle gare, nelle edizioni degli anni ’70 e ’90, gli otto borghi sfilavano per le vie del paese in un corteo di rievocazione storica a tema diverso per ogni rione. Era una sfilata imponente con centinaia di figuranti, macchine e attrezzi agricoli del passato, carri, cavalli e altri animali, che attirava molti spettatori da tutta la provincia. Nelle edizioni del 2000 si è deciso di sostituire la sfilata storica con una sfilata degli atleti accompagnati dagli allenatori, dai rettori e dai gruppi di supporters che indossavano i colori del proprio borgo, sventolando gagliardetti e stendardi. Ad accompagnare i festeggiamenti presenziavano sia il gruppo folkloristico dei “ Frustatori” sia la Banda Municipale. Il “Palio dei Borghi” non rappresentava solo una manifestazione e impegno sportivo ma anche un momento di unione e di festa per tutto il paese: infatti ogni rione era impegnato per mesi negli allenamenti, nella realizzazione di bandiere, magliette e coccarde o nell’organizzazione di incontri per solidificare il gruppo e vivere in pieno lo spirito del Palio. Proprio questo spirito è stato la chiave per la trasformazione nella manifestazione che oggi chiamano “Palio di Rocchetta”, una sfida non più tra soli borghigiani, ma che coinvolge paesi interi, uno contro l’altro, per ambire alla vittoria del prezioso trofeo.

Nell’edizione di quest’anno parteciperanno 4 paesi: Rocchetta Tanaro, Cerro Tanaro, Refrancore e Castello di Annone. Sabato 18 giugno si terrà il corteo storico per le vie del paese con oltre 200 figuranti accompagnati dalla Banda e dai Frustatori di Rocchetta Tanaro, che sarà seguito dall’apertura degli stand gastronomici realizzati dalle diverse Pro Loco. Mentre domenica 19 giugno si svolgerà l’effettivo palio, che vedrà coinvolte le quattro squadre nei seguenti giochi: corsa con il cerchio, trio al mattone, sacchi di sabbia, corsa con le cassette, taglio del tronco con l’arsiun, corsa con il garoc, corsa con il basu ed infine la staffetta. Al termine della gara ci saranno le premiazioni e la consegna del Palio al Comune vincitore.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo