Nosengo
Attualità
Mentre chiude il gruppo “Amici di San Rocco”

San Damiano: il Centro “Nosengo” rilancia e i soci crescono

Il presidente Gianni Idrame: “Buon rilancio, in conseguenza della chiusura della bocciofila, diventata solo più ristorante”
Nel giorno successivo al Ferragosto a San Damiano si è tenuta la festa patronale di San Rocco. Si è trattato di una festa essenziale, caratterizzata da una funzione religiosa e da un aperitivo per i presenti sul sagrato antistante la chiesa di San Rocco. Successivamente, nel salone del Centro “Nosengo”, in via Marconi, è stato organizzato il pranzo per raccogliere fondi da destinare ai lavori di restauro della chiesa.

«Non eravamo in moltissimi – dice il presidente del Centro, Gianni Idrame – perché dopo il Covid la partecipazione dei vecchi soci è un po’ diminuita e perché il gruppo “Amici di San Rocco” è stato chiuso a fine 2021. Posso dire invece che il Centro sta conoscendo un buon rilancio, in conseguenza della chiusura della Bocciofila, che oggi è solo ristorante: le persone che frequentavano il bar al pomeriggio, per ritrovarsi con gli amici o per una partita a carte, si sono trasferite al “Nosengo”. Nel pomeriggio di ferragosto, con San Damiano deserta, avevamo 52 persone nel salone. L’età media dei frequentatori si è abbassata ed è cresciuto il numero dei tesserati, che oggi sono 143, per i quali ci sono molte iniziative».

Nella foto, la festa di San Rocco, con il pranzo a favore dei lavori di restauro della chiesa.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo