La Nuova Provincia > Attualità > San Pietro ha deciso: fiducia al fantino Carlo Sanna per il 2019
Attualità, PalioAsti -

San Pietro ha deciso: fiducia al fantino Carlo Sanna per il 2019

E' stato il Rettore rossoverde Mario Raviola ad ufficializzare la conferma di "Brigante"

“Il dado è tratto”

“Il dado è tratto”, la decisione è presa. Nel corso della riunione di ieri sera, martedì, del Comitato Palio del Borgo San Pietro, il Rettore Mario Raviola ha ufficializzato la conferma del fantino Carlo Sanna, detto Brigante, per il Palio del prossimo 1° settembre 2019. Una scelta ponderata con oculatezza dalla dirigenza e dalla commissione corsa rossoverde guidata da Luca Quaglia, che si sono prese il giusto tempo per valutare la situazione. Fiducia quindi per il terzo anno consecutivo al fantino nato a Sindia (Nuoro) nel 1989.

Le parole del Rettore Raviola

Il Rettore Raviola ha motivato la decisione, spiegando: «Crediamo fortemente in Carlo e nelle sue potenzialità. Le ultime due edizioni della corsa non sono state troppo fortunate, ma confidiamo nella sua voglia di riscatto. Si ripresenterà ad Asti motivato e con un mezzosangue competitivo. Lavorerà in quest’ottica nel corso dell’anno, in stretto contatto con la nostra commissione corsa, così da individuare un soggetto che ben si adatti alla pista di Piazza Alfieri.»

Professionale e benvoluto

«Personalmente – ha continuato Raviola – apprezzo molto Sanna per la sua professionalità. Con i borghigiani ha instaurato un ottimo rapporto e in Comitato è molto benvoluto. Ritengo che confermando “Brigante” le basi per disputare un’ottima corsa il prossimo anno siano state gettate.»
Carlo Sanna ha debuttato ad Asti nel 2015 con i colori di San Martino San Rocco; nel 2016 ha corso per Montechiaro e negli ultimi due anni ha vestito il giubbetto rossoverde di San Pietro. Per lui in carriera una vittoria a Siena (agosto 2017, Onda), una a Castel del Piano (Contrada Borgo) nel 2018 e una nella “Provaccia” di Legnano, nel 2014, per la Contrada di Sant’Erasmo.

Massimo Elia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente