Scuola, 163mila euro per coprire i tagli
Attualità

Scuola, 163mila euro per coprire i tagli

Tre i provvedimenti promossi dall’assessorato all’istruzione. Gran parte saranno assegnati agli istituti per finanziare attività extradidattiche. Stanziati circa 35mila euro per garantire 347 borse di studio alle fasce Isee più basse

Dallo Stato e dalla Regione arrivano meno fondi? E il Comune “ci mette la pezza”. E’ quanto ha deciso la Giunta Brignolo di fronte ai tagli imposti dal Governo per il 2012. «Consepaevoli che tra le nostre funzioni fondamentali rientrano quelle relative all’istruzione e all’assistenza scolastica – afferma l’assessore comunale all’Istruzione, Marta Parodi – abbiamo deciso di intervenire con nostri fondi per colmare le minori entrate imposte da Ministero dell’Istruzione, Regione e Provincia». Sono infatti tre le delibere che, a fine anno, hanno sancito l’impegno economico del Comune. Il primo provvedimento ha previsto un contributo straordinario per aiutare le scuole a mantenere la qualità dell’offerta formativa, quantificato cone quote pro capite assegnate in relazione al numero degli allievi frequentanti. In questo caso l’ammontare complessivo dello stanziamento è di 103mila euro.

«Questi soldi – continua l’assesore – potranno essere utilizzati in vari ambiti. Ad esempio per prevenire l’abbandono scolastico o per realizzare attività mirate a favore dei disabili, progetti di integrazione culturale, percorsi di formazione professionale in collaborazione con aziende e associazioni del territorio; attività extradidattiche di vario tipo». «In questo ambito, poi – continua – abbiamo deciso di porre particolare attenzione nei confronti delle scuole superiori, in particolare degli istituti professionali, in modo che possano intervenire, nelle classi terminali del ciclo di studi, con specifici percorsi di orientamento, formazione professionale e accompagnamento al mercato del lavoro, considerando anche la difficoltà occupazionale giovanile in questo periodo di crisi economica».

Il secondo provvedimento, invece, vuole sostenere economicamente l’assistenza specialistica agli allievi disabili. Il Comune ha infatti stanziato 25mila euro per valorizzare il progetto “Estate con noi”, prevedendo questo tipo di servizio in occasione dei centri estivi promossi da associazioni e agenzie formative del territorio. L’ultimo provvedimento riguarda le borse di studio. «Lo scorso novembre, ad anno scolastico iniziato – ricorda l’assessore – la Regione ci ha comunicato che il Ministero non aveva approvato lo stanziamento di somme per il diritto allo studio per le Amministrazioni regionali a statuto ordinario. Allora abbiamo deciso di stanziare 34.700 euro per garantire 347 borse di studio, pari quindi a 100 euro l’una, a sostegno almeno dei nuclei con Isee nettamente inferiore al tetto ministeriale, ovvero quello che va da zero a mille euro».

Elisa Ferrando

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale