Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/scuole-ieri-il-primo-giorno-di-lezionibrin-cinque-istituti-la-quotsettimana-cortaquot-56e68a0bd06f71-nkikbbwt3yijk1npf939jovw6dct4dmoy8hud92yyw.jpg" title="Scuole, ieri il primo giorno di lezioni
In cinque istituti la "settimana corta"" alt="Scuole, ieri il primo giorno di lezioniIn cinque istituti la "settimana corta"" loading="lazy" />
Attualità

Scuole, ieri il primo giorno di lezioni
In cinque istituti la "settimana corta"

E’ cominciato ieri il nuovo anno scolastico nella grande maggioranza delle scuole astigiane: pochi, infatti, gli istituti che hanno anticipato lo squillo della campanella nei giorni scorsi. Le

E’ cominciato ieri il nuovo anno scolastico nella grande maggioranza delle scuole astigiane: pochi, infatti, gli istituti che hanno anticipato lo squillo della campanella nei giorni scorsi. Le lunghe vacanze estive sono quindi definitivamente concluse per 21.905 alunni astigiani. Per l’occasione il sindaco Fabrizio Brignolo, l’assessore all’Istruzione Marta Parodi, la responsabile dell’ufficio comunale Saveria Ciprotti hanno portato il saluto della città a insegnanti e allievi, facendo visita alla media “Jona” e alle elementari “Ferraris” e “Rio Crosio”.

La novità principale, a livello organizzativo, riguarderà cinque scuole superiori astigiane – Giobert, Monti, Penna, Vittorio Alfieri (ovvero liceo classico Alfieri e istituto Sella) – che hanno scelto di sperimentare per la prima volta la settimana corta, ovvero la distribuzione delle lezioni dal lunedì al venerdì, aderendo alla richiesta dell’Amministrazione provinciale, responsabile delle scuole superiori cittadine, di ridurre i costi “di gestione e utenza”, in particolare a livello di riscaldamento degli edifici e di trasporto pubblico.

e.f.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale