Giacomo Sorba
Attualità
Informazione pubblicitaria elettorale

«Servono esempi positivi là ove si vivono situazioni difficili. In Consiglio comunale ci vogliono i giovani»

Giacomo Sorba, candidato al Consiglio comunale con la lista civica Adesso Asti – Puglisi Sindaco, spiega le sue priorità per cambiare in meglio la città

Giacomo Sorba è un vigile del fuoco. Il suo lavoro lo porta a contatto con i casi della vita, anche i più difficili. Come la vicenda di via Guerra. «Ho vissuto questa esperienza nei mesi scorsi, con i roghi attorno al campo rom e le tensioni che si sono scatenate». Fuochi che si sono accesi di giorno come di notte. A bruciare «ogni tipo di materiale, dagli scarti edili alla plastica. L’ambiente ne ha sofferto». Situazione che ha convinto Sorba a impegnarsi «per trovare una soluzione alle discariche abusive sul nostro territorio e, più in generale, sul rispetto dell’ambiente evitando che materiali pericolosi vengano abbandonati».

Concetti che si legano alle altre attività in cui è impegnato. Anzitutto lo sport. Il padre è il presidente del Torretta Calcio e lui ne è dirigente. «Vedo che anche nel campo dello sport non c’è attenzione. Lo stadio versa in condizioni che non sono da squadra di serie D. Una tribuna, ad esempio, è inagibile ma anche tutto quanto gli sta attorno è in stato di abbandono». La sua società è impegnata, come altre, in periferia. «Abbiamo un centinaio di ragazzi che frequentano il Torretta Calcio. Oltre ad avviarli allo sport facciamo con loro un’azione, per così dire, sociale, proponendogli valori sani e forti. L’aggregazione è il nostro punto fondamentale: in questo modo riusciamo a dare esempi positivi».

Nel recente passato Sorba si è impegnato anche nel Palio, nel gruppo sbandieratori San Pietro e Tanaro. «Il Palio per Asti è una risorsa – dice -. La città, invece, spesso lo snobba quasi fosse un contenitore mangia-soldi. Al contrario si deve investire su questo evento che è attrazione turistica e porta lavoro a tutti. Il Palio è tutto l’anno, non solo una domenica di settembre». E parla di «Asti che deve trasformarsi in città organizzatrice di eventi con gli sbandieratori a livello nazionale» per rilanciare questo mondo. C’è, poi, il volontariato. Giacomo Sorba è vicepresidente della Croce Verde astigiana. «Un luogo privilegiato dal quale osservare la realtà cittadina – racconta -. Abbiamo vissuto una pandemia con grande impegno supportando i sanitari nel loro lavoro. Ma, anche, aiutando le persone a non sentirsi sole nei lunghi periodi di lockdown. E’ stato un supporto importante».

Per Sorba «in Consiglio comunale devono sedere tanti giovani, portatori di idee nuove e progetti. La gente vuol vedere le cose fatte, non parole. PNRR, che cos’è? Facciamo interventi su strade marciapiedi e così via, cose che la gente può vedere e giudicare. Come il decoro dei parchi pubblici e la manutenzione dei giochi per bambini: è un’esigenza che non possiamo dimenticare, ci sono di mezzo i nostri figli».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo