La Nuova Provincia > Attualità > Sicurezza alla guida, la polizia stradale di Asti incontra gli studenti del “Penna”
Attualità Asti -

Sicurezza alla guida, la polizia stradale di Asti incontra gli studenti del “Penna”

Si è parlato di "emozioni alla guida" nell'ambito del progetto Icaro 2019, attraverso video, giochi di ruolo e questionari

Sicurezza alla guida, la polizia stradale incontra gli studenti

Affronta il tema delle “emozioni alla guida” il progetto Icaro 2019, campagna sulla sicurezza stradale alla 19esima edizione, rivolta agli studenti e che ha l’obiettivo di diffondere l’importanza del rispetto delle regole e della legalità.
Nei giorni scorsi la polizia stradale di Asti ha tenuto due incontri all’Istituto agrario “Penna” di Asti rivolti a tre classi del quarto anno. È stata proposta dal Comandante della Stradale astigiana Eleonora Antonuccio, dal sovrintendente capo Gianluca Calone e dall’assistente capo Giovanna Obbermito, referenti per il progetto Icaro, una lezione della durata di due ore a carattere interattivo, con l’ausilio di video e giochi di ruolo, per affrontare il tema dell’impatto che le emozioni possono avere sul comportamento alla guida.

Comportamenti di rischio alla guida

Insieme ai ragazzi si riflette sul tema dei processi di regolazione emotiva, alla base dei comportamenti di rischio stradale (rabbia alla guida, ansia e distrazione, sottostima del rischio) e sugli aspetti legati all’intelligenza emotiva, finalizzata a promuovere il rispetto delle regole stradali, dei comportamenti corretti e di una mobilità consapevole, facendo rilevare come il non rispetto delle regole rappresenta un dis-valore. «Ai ragazzi è stato anche sottoposto un doppio questionario, prima e dopo l’incontro, per verificare eventuali differenze nelle risposte: i questionari verranno inviati all’Università La Sapienza di Roma, partner nella campagna nazionale di educazione stradale, che ogni anno crea un report sul tema», spiega Polstrada.
Gli agenti della Stradale di Asti torneranno ad incontrare gli studenti nelle prossime settimane: con alcune classi di scuole medie parleranno di educazione stradale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente