Laboratori per arginarela dispersione scolastica
Attualità

Laboratori per arginare
la dispersione scolastica

Nuove tecnologie e marketing, realizzazione di manufatti innovativi, organizzazione di laboratori territoriali contro la dispersione scolastica. Sono numerosi e variegati i progetti presentati da

Nuove tecnologie e marketing, realizzazione di manufatti innovativi, organizzazione di laboratori territoriali contro la dispersione scolastica. Sono numerosi e variegati i progetti presentati da dodici scuole superiori astigiane, divise in tre "cordate", nell'ambito del bando "Laboratori territoriali per l'occupabilità" inserito nel Piano nazionale Scuola digitale. Il bando prevede che i progetti siano obbligatoriamente presentati da una rete costituita da almeno tre istituti scolastici superiori (uno dei quali capofila), da un Ente locale e da un'istituzione (Università, Centri di ricerca). I progetti, nelle intenzioni del Ministero, costituiscono «una nuova generazione di laboratori aperti anche in orario extra scolastico, pensati per essere palestre di innovazione e spazi dove mettere in campo attività di orientamento al lavoro e di alternanza, ma anche progetti contro la dispersione scolastica e per il recupero dei neet, i giovani non inseriti in percorsi di studio o di lavoro».

I progetti astigiani
Ecco, allora, le proposte astigiane.
La cordata che comprende gli istituti Giobert, Artom, Monti e Pellati di Canelli ha presentato un progetto denominato "ASTA B:I:T: Brand Interconnettività e Territorio", finalizzato ad acquisire abilità connesse alle nuove tecnologie sui settori strategici del "made in Italy", allenando il pensiero imprenditoriale dei giovani e il senso del marketing, anche relativamente alla valorizzazione del territorio Unesco.
Il gruppo composto dagli istituti Castigliano, Vittorio Alfieri e Pellati di Nizza Monferrato si cimenteranno invece nel progetto denominato "P.C. Labs ? Prtotype & Commercialization start-up labs" che prevede l'ideazione, la progettazione, lo sviluppo, la realizzazione pratica e la possibile commercializzazione di manufatti innovativi. Infine, il gruppo composto dall'istituto Penna col liceo scientifico Vercelli, l'istituto Sobrero di Casale Monferrato, il liceo paritario Foscolo e l'istituto comprensivo di Rocchetta Tanaro saranno impegnati con il progetto "Realizzazione di laboratori territoriali contro la dispersione scolastica e con orientamento lavorativo". L'obiettivo, in questo caso, è sviluppare competenze in ambito agricolo ed enogastronomico attraverso discipline di carattere scientifico, informatico, linguistico e di marketing.

Elisa Ferrando

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo