«Sono malata, chi mi aiuta con il mio cane?»
Attualità

«Sono malata, chi mi aiuta con il mio cane?»

Un appello accorato, che punta dirtto dritto al cuore di chi ama gli animali ed è solidale con chi ai suoi amici a quattro zampe non vuole rinunciare anche se non è più in grado di prendersene

Un appello accorato, che punta dirtto dritto al cuore di chi ama gli animali ed è solidale con chi ai suoi amici a quattro zampe non vuole rinunciare anche se non è più in grado di prendersene cura. Lei è Mariella, una donna che da quasi vent'anni soffre di una grave e dolorosa forma di artrite reumatoide e artrite psoriasica. Da tempo vive da sola con il suo cane, Leo, uno spinone meticcio di otto anni che le fa tantissima compagnia e si è rivelato un amico animale meraviglioso, soprattutto nei momenti di maggiore dolore dovuto alla malattia.

Purtroppo la malattia di Mariella è progredita e da tre anni non è più in grado di portarlo fuori, perchè non ha più la forza di muoversi e di tenerlo. Non volendo assolutamente rinunciare a Leo ha cercato (e trovato) una ragazza che lo porta fuori un'ora al mattino e una alla sera. «Una ragazza meravigliosa, che presta il suo servizio con qualsiasi tempo. Sono stata fortunata a trovarla e lei prende solo 5 euro per l'uscita al mattino e 5 euro per quella serale, ma io non posso più permettermelo. Alla fine del mese questa cifra grava troppo sulla mia misera pensione d'invalidità».

Mariella proprio non riesce più a portare fuori il suo cane perchè cammina a fatica, le dita delle mani non rispondono più ai suoi comandi e non ha nessuno a cui chiedere di occuparsi di Leo al posto suo. «Ho 62 anni e non voglio separarmi dall'affetto più caro che ho al mondo. Per questo – e lancia l'appello – mi rivolgo alle persone di buon cuore che amano gli animali per un aiuto, morale o economico che sia, che mi consenta di tenere Leo.» Chi volesse raccogliere il suo appello può farlo mettendosi direttamente in contatto con lei al numero 320/8230537.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo