fumo2
Attualità
Galleria 
Scuola e prevenzione

“Spegni la sigaretta e accendi i tuoi sogni”: colorata campagna anti tabacco dell’Istituto Penna

Giovani generazioni impegnate nella campagna di sensibilizzazione dell’Asl e della Lilt nella Giornata Mondiale contro il tabacco

“Dai, spegnila!” è l’invito che gli allievi del Penna, nella Giornata Internazione contro il Tabacco,  hanno rivolto a chi non riesce a capire quanti effetti positivi si possano ottenere abbandonando il vizio del fumo.

L’evento, che ha visto protagonisti gli alunni delle classi prime e seconde, ha rappresentato il momento conclusivo del progetto “Tabacco, meglio non provare” realizzato dai docenti dell’Istituto Tecnico Agrario di Asti,  coordinati dalla professoressa Lorenza Cane, in collaborazione con la Lilt di Asti.

Grazie al contributo di esperti dell’Asl di Asti e della LILT di Asti, quali la psicoterapeuta Roberta Liberalato, la professoressa  Lavinia Saracco (Delegato Provinciale CONI) e la pneumologa Lucia Occhionero, i ragazzi  sono stati guidati in riflessioni e dibattiti sugli effetti fisici e psichici del tabacco, ma soprattutto in un percorso di consapevolezza e sensibilizzazione sulla lotta al tabagismo.

La manifestazione, iniziata con una passeggiata sul “Percorso salute e Benessere” dell’Istituto Agrario, è proseguita nei locali della scuola con la visita alla mostra dei lavori creati dagli allievi del Penna: disegni, cartelloni illustrati, un pieghevole illustrato che mette in risalto le conseguenze negative del fumo e quelle positive per chi smette di fumare. Efficace anche il video realizzato da un allievo della 2C.

Molti gli spunti di riflessione offerti dalle frasi riportate sui cartelloni tra cui:  “Non lasciare che il tuo futuro vada in fumo”, “Spegni la sigaretta e accendi i tuoi sogni”,  “Il fumo non risolve i tuoi problemi, li moltiplica”, “Smetti di fumare, puoi iniziare a vivere”.

Il preside Renato Parisio ha accolto i partecipanti e ha ringraziato docenti, collaboratori esterni e alunni per il proficuo lavoro svolto.

All’evento ha partecipato anche il dottor Claudio Lucia, Presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Asti, che ha sottolineato l’importanza del progetto rivolto agli adolescenti  che rappresentano il futuro della società di domani e ha espresso il desiderio di una futura e più ampia  collaborazione con le scuole anche su altri temi che riguardano la salute dei giovani.

Molte le personalità astigiane intervenute tra cui l’Assessore Giovanni Booccia, in rappresentanza del Comune di Asti e la consigliera comunale Maria Ferlisi che ha messo in rilievo l’importanza di un progetto rivolto ai ragazzi appartenenti ad una fascia d’età particolarmente a rischio per il consumo di nicotina: circa un terzo dei ragazzi tra i 14 ed i 17 anni fa uso di almeno un prodotto tra sigaretta tradizionale, tabacco riscaldato e sigaretta elettronica.

Il dottor Claudio Lanfranco, oncologo e membro del Consiglio Direttivo della LILT di Asti, ha sottolineato l’aumento di casi di tumore al polmone registrati in Italia, soprattutto tra le donne fumatrici e ha  invitato i ragazzi a non lasciarsi coinvolgere dal fumare la prima sigaretta: all’iniziale sensazione piacevole, seguono, la riduzione della capacità polmonare,  il peggioramento del respiro e delle prestazioni sportive, l’invecchiamento precoce della pelle, causato dall’accumulo di nicotina nel derma, e, con il consumo abituale, molte gravi patologie, non solo oncologiche.

All’iniziativa erano presenti anche Nadia Miletto, Albana Gropay, Annalisa Masoero, Valerio Musica per la Commissione Comunale delle Pari Opportunità, Donatella Gianuzzi Testa, Maria Luisa Invernizzi e Antonella Tralli dell’Inner Wheel.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale