Stalli blu: da giovedì si pagano con lo smartphone
Attualità

Stalli blu: da giovedì si pagano con lo smartphone

Nuovo innovativo metodo per pagare la sosta nei 3.485 parcheggi gestiti dall’Asp. Giovedì il funzionamento dell’App sarà presentato in una conferenza stampa in piazza Alfieri

Asti Parcheggi è il nome dell’App con cui da giovedì gli automobilisti potranno pagare la sosta nei 3.845 stalli blu, gestiti dall’Asp, dopo averla scaricata sullo smartphone (Android e Apple) ed essersi registrati. Ai metodi tradizionali di pagamento con moneta, abbonamento, gratta e sosta, dispositivo Neos Park si aggiunge una soluzione innovativa e al passo con i tempi, promossa dall’Asp in collaborazione con Comune e CrAsti. La App utilizza il circuito di pagamento mobile Bemoov, realizzato nel 2010 dal Consorzio Movincom.

Si pagherà l’effettivo tempo della sosta, adeguandolo in ogni momento e riducendo sensibilmente il rischio multe; non saranno più necessarie le monetine perché sarà utilizzata la carta di credito, con assoluta sicurezza nelle transazioni on-line. «L’applicazione per smartphone che attiveremo dal 6 ottobre – spiega Giovanna Beccuti, presidente dell’Asp – sarà la prima di cinque che si potranno utilizzare nell’arco di pochi mesi e che la nostra azienda promuove in un’ottica di smart city. Entro la fine dell’anno attraverso lo smartphone si potrà anche pagare il biglietto del bus sulle linee urbane, avere informazioni e inviare segnalazioni sulla raccolta differenziata e il servizio idrico integrato, individuare con facilità le tombe ospitate nel grande cimitero urbano cittadino. La finalità è usare le App per utilizzare al meglio i servizi e risparmiare tempo».

Il sistema di funzionamento di AstiParcheggi sarà illustrato giovedì 6 ottobre, alle 11, nel parcheggio interno di piazza Alfieri.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo