La biglietteria chiude? In stazionel'assistenza alla clientela la fanno i pendolari
Attualità

La biglietteria chiude? In stazione
l'assistenza alla clientela la fanno i pendolari

Domenica mattina un gruppo di utenti e pendolari con alcuni amministratori locali, con il supporto dell'associazione Alpini, hanno organizzato un presidio di "servizio sostitutivo di

Domenica mattina un gruppo di utenti e pendolari con alcuni amministratori locali, con il supporto dell'associazione Alpini, hanno organizzato un presidio di "servizio sostitutivo di assistenza alla clientela" alla stazione ferroviaria di Asti. Obiettivo dell'iniziativa, evidenziare quello che gli organizzatori hanno definito uno stato di vero e proprio abbandono, "in particolare nei giorni festivi in cui la biglietteria viene chiusa, disagio ulteriormente aggravato dallo scorso 15 dicembre quando con l'entrata in vigore dei nuovi orari sono stati tagliati molti collegamenti sia quotidiani (con Piacenza/Bologna e coincidenze per da/per Milano) che nei giorni festivi (tutte le linee – bus compresi – per la provincia: i regionali – cioè quelli che fermano nelle stazioni intermedie – per Alessandria, la Asti-Alba, Asti-Acqui, Asti-Chivasso e Asti-Casale, ed una forte riduzione dei regionali verso Torino)".

La situazione, accusano gli organizzatori dell'iniziativa, avrebbe messo in difficoltà tutti gli utenti non avvisati della chiusura festiva, cui non è data nemmeno la possibilità di ricevere informazioni "e comunque hanno bisogno di assistenza per utilizzare il solo servizio di biglietteria automatica presente in stazione". Numerosi i viaggiatori in partenza che hanno fatto ricorso a questo servizio sostitutivo di assistenza alla clientela, tanto che si starebbe pensando di replicarla anche nelle domeniche future.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale