La sede del municipio di Nizza
Attualità

Torna “Conosci Nizza” tra arte, storia e gusto

Tre appuntamenti per approfondire la conoscenza della città e favorire l’avvento dei turisti

Torna “Conosci Nizza” tra arte, storia e gusto

Ritorna “Conosci Nizza”, il corso di formazione gratuito – tra storia, arte ed enogastronomia – che punta ad approfondire i “piatti forti” del territorio nicese, in tutti i sensi, a beneficio di ristoratori, operatori dell’accoglienza e di chiunque sia interessato a conoscere qualcosa di più della terra in cui vive. Organizzazione ancora congiunta tra Comune e Pro Loco (sezione Nizza Turismo) per 3 appuntamenti nella cornice del Foro Boario, ciascuna serata a partire dalle 20,45.

Tre appuntamenti al Foro Boario

Si comincia giovedì 15 marzo con l’incontro “Nizza Monferrato: dall’Unità d’Italia alla nascita della Repubblica Italiana”, relatori Elisa Piana e Maurizio Martino della Pro Loco. Giovedì 22 marzo si prosegue trattando “Il Salame Cotto Monferrato e El Salom ed Nissa” con Fausto Solito, medico veterinario dell’ASL Asti, ospiti Massimo Morando, presidente dell’Associazione Produttori Salame Cotto Monferrato e Giovanni Bona, produttore di salumi. Giovedì 29 marzo infine si parla de “Le colture del territorio” con gli interventi di Gianfranco Miroglio, presidente del Parco Paleontologico Astigiano; Claudio Accomazzo, titolare di azienda agricola biologica; Nico Bianchini e Silvano Roggero, titolari di aziende produttrici di zafferano; Cesare Quaglia, referente astigiano di AssoCanapa.

L’assessore Marco Lovisolo

Commenta l’assessore alle manifestazioni Marco Lovisolo: «Siamo alla terza edizione di un’iniziativa nata con la lodevole ottica di promozione del territorio e preparazione dello stesso all’avvento dei turisti. Dalla passata edizione e grazie al successo dell’esordio il raggio degli avventori si è evidentemente ampliato così come i temi sono divenuti, per forza di cose, via via più ricercati. Oltre alle 3 serate c’era un’idea per una quarta, dedicata ai belvedere nicesi, che per ragioni tecniche esploreremo in una prossima occasione». A sottolineare l’importanza per l’approfondimento di storia ed enogastronomia, anche per “semplice” bagaglio personale, è l’assessore alla cultura Ausilia Quaglia: «Vorremmo che i Nicesi, e non solo, fossero i primi a cogliere quanti elementi di bellezza e di storia e di arte siano racchiusi in uno scorcio, in una rievocazione, in un manufatto come in un piatto. Gli scorsi anni c’è stata una grande partecipazione di insegnanti e auspichiamo lo stesso per questa edizione».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail