ordine degli architetti
Attualità
Ciclo di appuntamenti

Torna l’ASTI Fest degli architetti: ci si confronta su “Territori di prossimità”

Si inizia con “La rete delle relazioni socio-culturali” venerdì 13 maggio dalle 9.30 alle 12.30 al Foro Boario di San Damiano

È stata presentata nei giorni scorsi la quarta edizione di ASTI Fest – Festival dell’Architettura Astigiano 2022, intitolata “Territori di prossimità” che si svilupperà in due intensi fine settimana: venerdì 13 maggio, sabato 14 maggio, venerdì 20 maggio e sabato 21 maggio. «Un evento che avviene ogni tre anni – ha informato il presidente dell’Ordine APPC Asti, Raffaele Fusco – e che in questa edizione avrà tematiche relative alla provincia».

Un programma molto ricco e con interventi illustri, curato dall’architetto Marco Pesce. «E’ stata un’organizzazione abbastanza complicata – ha esordito Pesce – ed è la continuazione di un percorso iniziato nel 2012 quando preparavamo la prima edizione. L’argomento di quest’anno nasce dall’incrocio della ricerca di nuovi rapporti tra le città e il loro territorio». Il comitato scientifico, dopo un lavoro di circa sei mesi, ha elaborato quattro indirizzi che verranno approfonditi nelle quattro giornate di studi «con lo sguardo che, quest’anno, – ha sottolineato Marco Pesce – è passato dalla città alla provincia spostando anche gli eventi in altre località della provincia» e con un intervento addirittura dall’Albania “che abbiamo considerato prossimità a noi, in Europa» ha puntualizzato Raffaele Fusco.

I quattro temi che verranno trattati serviranno a capire se un territorio così difforme, come quello della provincia di Asti, ha un minimo comune denominatore. «Una strategia di sviluppo coerente per tutti – ha spiegato Pesce – dalla zona urbana a quella rurale».

Il primo convegno, intitolato “La rete delle relazioni socio-culturali”, sarà venerdì 13 maggio dalle 9.30 alle 12.30 al Foro Boario di San Damiano d’Asti; sabato, sempre dalle 9.30 alle 12.30, ma nella Sala Comunale di Cocconato si parlerà de “La rete delle infrastrutture”.

La prossima settimana invece gli appuntamenti saranno divisi in due sessioni il mattino dalle 9.30 alle 12.30 e il pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30, si inizierà venerdì 20 maggio all’ex Chiesa dei Battuti di Castagnole delle Lanze con “La componente storico-paesaggistica del territorio” per terminare ad Asti, sabato 21 maggio, all’Aula Magna di Uni-Astiss con “Modalità di rappresentazione, governance e progetto del territorio”.

«Per cercare di capire, in quest’ultimo appuntamento, – ha terminato Marco Pesce – se esistono dei modi di rappresentare il territorio al passo con i cambiamenti». Gli eventi si potranno seguire anche in streaming facendo richiesta a formazione@ordinearchitettiasti.it.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail