Dalla commedia trash al cinema d'autoreTutti i film e la fiction girata ad Asti
Attualità

Dalla commedia trash al cinema d'autore
Tutti i film e la fiction girata ad Asti

In principio fu "Spaghetti a mezzanotte", film della commedia "trash" all'italiana, poi rivalutato negli anni 2000, a firma di Sergio Martino. Asti e il cinema, un rapporto non

In principio fu "Spaghetti a mezzanotte", film della commedia "trash" all'italiana, poi rivalutato negli anni 2000, a firma di Sergio Martino. Asti e il cinema, un rapporto non sempre facile, mai sviluppato in maniera strutturale tanto da rendere la nostra città una location semi permanente di produzioni cine/televisive. "Spaghetti a mezzanotte", con Lino Banfi, Barbara Bouchet e Teo Teocoli, è una produzione del 1981 quando ancora la location, nella commedia boccaccesca del bel paese, non aveva una valenza tale da essere indispensabile allo sviluppo della trama.

Asti, Alessandria o Cuneo, poco sarebbe importato ai fini della storia sebbene, in questo caso, le riprese in esterno, soprattutto nella prima parte del film, abbiano dato ad Asti una discreta notorietà.
Poi, poco o nulla per anni, fino a quando non si è tornati a parlare di cinema ad Asti con piccole riprese all'interno di produzioni la cui storia si sviluppa, però, altrove. "Il bene e il male", serie tv del 2009 con Gianmarco Tognazzi e Bianca Guaccero, ospita alcune scene girate in piazza Libertà, davanti alla sede centrale della Cassa di Risparmio. Poi, nel 2013, arriva Lucio Pellegrini, regista e astigiano doc, che riaccende i riflettori su Asti dove si svolgono le riprese del cortometraggio "Veruska", tratto dal romanzo "A ogni costo, l'amore" dell'altrettanto astigiana Laura Calosso.

Si tratta anche dell'ultima interpretazione di Giorgio Faletti prima della malattia e della sua prematura scomparsa nel 2014. Quindi un nuovo set, quello della regista Giorgia Cecere e del suo "In un posto bellissimo" girato ad Asti nell'ottobre del 2014 e che vanta tra i protagonisti Isabella Ragonese e Alessio Boni. Infine, nel giugno del 2015, ancora un ciak in centro storico, in piazza della Cattedrale, per la miniserie "Tango per la libertà" (nella foto in alto) diretta da Alberto Negrin. Protagonisti delle scene girate ad Asti sono Alessandro Preziosi e Rocio Munoz Morales, oltre ad alcune comparse reclutate sul territorio. La serie, andata in onda su Raiuno a gennaio, è comunque ambientata nell'Argentina degli anni ?70.

r.s.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo