img
Attualità
Tv fra le colline

“Un Sogno in affitto” gira una puntata nell’Astigiano (quasi Langhe)

Paola Marella mostra all’attore Sergio Assisi tre splendide case vacanza immerse nei vigneti a Calamandrana, Costigliole e Trezzo Tinella

Dopo “4 Ristoranti”, la popolare trasmissione condotta dallo chef Alessandro Borghese, le telecamere tornano sulle colline astigiane per girare una puntata de “Un sogno in affitto”.
Si tratta della nuova trasmissione condotta da Paola Marella, architetto, agente immobiliare e noto volto della tv; in ogni puntata guida un vip nella scelta di una splendida dimora in cui passare un periodo di vacanza con famiglia e amici da scegliere fra tre proposte.
L’ospite in cerca di una casa vacanza fra le colline era Sergio Assisi, attore napoletano che, ha confessato, è legato alle grandi zone del vino per via del film “Ferdinando e Carolina” che aveva girato ad inizio carriera proprio in questi luoghi diretto da Lina Wertmuller.
L’unica perplessità è una certa confusione nella perimetrazione delle colline dei grandi vini: la trasmissione è stata intitolata “Un sogno in affitto – Langhe” e molto è stato speso nella presentazione a favore del territorio di Langa. Tutto vero, peccato però che due dei tre casali presentati fossero l’uno a Calamandrana e l’altro a Costigliole. Non propriamente Langa. Ma a fronte di una trasmissione molto seguita che viene massicciamente replicata in stagione e poi riproposta per anni a seguire, la pubblicità che viene fatta a questi luoghi può serenamente far dimenticare l’imprecisione geografica.
Considerando che la trasmissione, giunta alla sua seconda stagione, ha toccato i “templi sacri” del turismo italiano, vi è da essere lusingati che le colline del vino vengano considerate come la Toscana più conosciuta, la Costiera Amalfitana, la Sardegna o il Lago di Garda, tanto per citare qualcuno dei luoghi in cui sono state girate le altre puntate.
Obiettivo di Marella era quello di far trovare all’attore Sergio Assisi il cascinale ristrutturato più adatto alla sua vacanza con una missione quasi impossibile: quella di convincere un gruppo di amici napoletani a lasciare il sole e il mare di casa per immergersi nel mare verde delle colline. La prima proposta è stata Casa Baravalle di Calamandrana; la seconda Villa Annunziata di Costigliole e la terza Antico Borgo del Riondino di Trezzo Tinella.
Tre splendide dimore molto grandi con ampi spazi comuni, ristrutturazioni che hanno mantenuto le tipiche caratteristiche architettoniche, giardini e piscine con panorama di vigne (e castelli) a perdita d’occhio. Alla fine Assisi ha scelto la dimora di Costigliole d’Asti.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo