Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/una-scala-tra-via-aro-e-l39universitabrancora-incognite-sulla-palazzina-comando-56e6886a809e91-nkikvsu9y2jcebx9w3mruix9wggkr2w93jyim6qbgo.jpg" title="Una scala tra via Arò e l'università
Ancora incognite sulla Palazzina Comando" alt="Una scala tra via Arò e l'universitàAncora incognite sulla Palazzina Comando" loading="lazy" />
Attualità

Una scala tra via Arò e l'università
Ancora incognite sulla Palazzina Comando

E’ stato aperto nei giorni scorsi il collegamento pedonale tra via Arò e piazzale De André. «La zona dell’Università deve diventare sempre più aperta al resto della Città –commentano il

E’ stato aperto nei giorni scorsi il collegamento pedonale tra via Arò e piazzale De André. «La zona dell’Università deve diventare sempre più aperta al resto della Città –commentano il sindaco Brignolo e l’Assessore ai lavori pubblici Bianchino- rispetto a una filosofia che negli anni scorsi ha purtroppo portato la zona a essere costellata di inutili recinzioni, che rischiano di trasformare quello che dovrà essere un bel campus universitario in una sorta di labirinto.» Il Sindaco Brignolo e l’Assessore Bianchino ricordano l’impegno della Città per completare la riqualificazione di questa zona, molto importante ai fini di rivitalizzare il tratto di corso Alfieri che conduce al Battistero.

Con i fondi del bando regionale PTI saranno realizzati i laboratori al secondo piano della porzione di immobile prospiciente la via Arò, attualmente inutilizzata e ancora esposta alle intemperie e a metà settembre scadrà l’avviso pubblico con cui l’amministrazione ha invitato gli investitori privati a manifestare il proprio interesse ad acquisire in gestione tutta o parte della Palazzina Comando: il fabbricato della ex caserma Colli di Felizzano, che si affaccia sul corso Alfieri.

L’apertura tra via Arò e piazzale De André è stata realizzata come urbanizzazione diretta dall’impresa che sta lavorando nel grande complesso residenziale sul fronte opposto della strada. La Città sta inoltre studiando la possibilità di individuare altri fondi, nell’ambito di altri recuperi edilizi della zona, che possano essere impiegati per la ristrutturazione del fabbricato sottostante il complesso Belvedere, anch’esso facente parte della vecchia caserma Colli di Felizzano.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale