video regione piemonte covid
Attualità
Pandemia

Vaccino antiCovid: da domani gli over 60 del Piemonte possono prenotarsi per la 4° dose

Dal 14 luglio la preadesioni sul sito IlPiemontetivaccina.it – Oggi ad Asti città i positivi sono già 489

I contagi causati della variante Omicron 5 del Covid-19 galoppano un po’ ovunque, complice la scelta di aver abolito quasi tutte le restrizioni sanitarie che il Governo aveva mantenuto fino in primavera inoltrata per tentare di tenere sotto controllo la pandemia.

Così, mentre l’OMS ha esplicitamente chiesto ai Governi di valutare la reintroduzione di misure restrittive, a cominciare dall’obbligo di un uso più diffuso delle mascherine, ma non solo, si corre ai ripari, per l’ennesima volta, accelerando sulla 4° dose del vaccino antiCovid per chi ha più di 60 anni.

Il via libera dell’Ema e dell’Agenzia del Farmaco è già arrivato e ora tocca alla Regioni attivarsi per le inoculazioni del vaccino, anche se questa volta la corsa è tutta in salita. Vuoi perché in molte persone c’è la credenza, errata, che non si debba procedere con la 4° dose in attesa del nuovo vaccino “aggiornato”, vuoi perché è estate e la gente si sposta per le vacanze, ma soprattutto perché si ritiene che Omicron 5 sia meno grave delle precedenti varianti e quindi più facilmente gestibile senza ospedalizzazioni.

Ma i numeri locali indicano una recrudescenza dei contagi: ad Asti i positivi sono 489, a Nizza Monferrato 57, a Castelnuovo Don Bosco 56, a San Damiano 53, a Canelli 42, a Costigliole 37 e a Villanova 36.

«Il Piemonte oggi è la regione italiana con la percentuale più alta di 4° dosi già somministrate e siamo pronti a partire subito per rispondere con elasticità anche a questa nuova fase della campagna vaccinale, perché non ci siamo mai fermati» commentano il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi.

«Continueremo a gestire la 4° dose, come fatto con la terza – continuano i due – inviando un sms agli aventi diritto, perché essendo a tutti gli effetti un richiamo è giusto che sia il sistema sanitario a convocare coloro che hanno già maturato i tempi in modo da garantire la massima copertura possibile. In questa prima fase, però, per rendere il sistema più efficace ed efficiente e venire incontro ai cittadini, dato che molti nel periodo di luglio e agosto saranno in vacanza e potrebbero non riuscire a rispettare l’appuntamento, attiveremo una specifica pre-adesione che consentirà di ricevere la somministrazione entro 10 giorni e in parallelo sarà possibile la prenotazione anche in farmacia oppure vaccinarsi dal proprio medico di famiglia se vaccinatore. Il nostro grazie va a tutto il sistema sanitario per lo sforzo che sta facendo in questo momento per portare avanti con grande dedizione l’attività vaccinale accanto al lavoro enorme per recuperare le liste d’attesa. E grazie anche ai medici di famiglia e alle farmacie, ancora una volta al nostro fianco per aiutarci in questa nuova fase della battaglia contro il Covid».

Come richiedere la 4° dose

Per questi motivi da domani, giovedì 14 luglio, gli over 60 (in particolare le persone tra i 60 e i 79 anni) potranno preaderire alla 4° dose sul portale www.ilPiemontetivaccina.it, in modo da ricevere l’sms con l’appuntamento presso uno degli hub delle Asl per la somministrazione entro 10 giorni.

In alternativa, dopo aver preaderito sul portale regionale, da venerdì 15 luglio sarà possibile anche recarsi in una delle farmacie aderenti e prenotare la somministrazione della 4° dose. Sarà possibile fare la nuova dose anche dal proprio medico di famiglia se vaccinatore. Per ricevere la 4° dose devono essere già trascorsi 120 giorni dall’ultima dose somministrata o dalla positività al Covid.

In Piemonte sono oltre 620 mila gli over 60 che hanno già maturato i tempi per il secondo booster. Per quanto riguarda i fragili over 12, come avvenuto finora, saranno invece le strutture che li hanno in cura a procedere alla convocazione diretta per la somministrazione della 4° dose. Ad oggi in Piemonte sono state già somministrate oltre 280 mila 4° dosi alle platee autorizzate finora, immunodepressi, over 80, fragili over 60 e ospiti RSA.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo