Via al campionato di tamburello, Cinaglio tra le big
Attualità

Via al campionato di tamburello, Cinaglio tra le big

La massima serie di tamburello open 2015 prenderà il via domenica prossima, 22 marzo. Dodici le formazioni ai nastri di partenza: Carpeneto, Castellaro, Cavaion Monte (campione in carica),

La massima serie di tamburello open 2015 prenderà il via domenica prossima, 22 marzo. Dodici le formazioni ai nastri di partenza: Carpeneto, Castellaro, Cavaion Monte (campione in carica), Cavrianese, Cremolino, Fumane, Guidizzolo, Medole, Sabbionara, Solferino, Sommacampagna e l’astigiana Cinaglio. La neopromossa compagine allenata dal confermatissimo Gianni Maccario affronterà la serie A con un organico comprendente i fondocampisti Pavia, Belluardo e Maschio, il mezzovolo Cristian Valle e i terzini Gamarino, Cozza e Oggero. Squadra giovane il Cinaglio, ma quello dell’età sarà un fattore che nel prossimo torneo non dovrebbe incidere più di tanto sul rendimento del quintetto allenato da Maccario, che l’anno passato, in serie B, aveva mostrato di poter competere e di essere in grado di mettere la museruola a compagini tecnicamente più esperte e “navigate”.

La società presieduta da “Chicco” Viotti debutterà a Medole e si misurerà subito (impegno da brividi) col team comprendente il terzetto chiusanese Petroselli-Dellavalle-Samuel Valle e i terzini Barbazeni e Fedrighi. Prima partita casalinga la domenica successiva, 29 marzo, avversaria un’altra big, il Castellaro di Beltrami, Merighi, Manuel Festi, Cavagna e Ghizzi. Il programma del turno inaugurale del campionato sarà completato dai confronti Cavaion Monte-Cremolino; Solferino-Guidizzolo; Castellaro-Cavrianese; Carpeneto-Sommacampagna e Sabbionara-Fumane. I campioni in carica del Monte Sant’Ambrogio, che quest’anno disputeranno le gare interne a Cavaion vista l’assenza di un adeguato impianto di illuminazione sul loro abituale terreno di gioco, partiranno nuovamente con i favori del pronostico nella corsa verso il tricolore.

Perduti in sede di mercato Teli e Festino, la società di patron Peroni li ha rimpiazzati con Monzeglio e Gasperetti, completando la rosa con un sesto uomo di lusso quale Bottero. Esordio interno per il quintetto allenato da Edo Facchetti contro il Cremolino di Baldini, Merlone, Ferrero, Briola, Daniele Basso e Di Mare. Medole e Castellaro appaiono in grado di contrastare adeguatamente il Cavaion Monte, in un campionato dove si attendono riscontri confortanti anche dal Solferino di Stefano Tommasi, Yuri e Massimo Merlo, Moratelli, Derada e Tonini. Un occhio di riguardo andrà rivolto sicuramente alla Cavrianese di Zeni, Bonando, Gozzelino, Ederle e Salvalai, società apparsa in grande spolvero nelle prime uscite amichevoli precampionato. Il Sommacampagna di Massimo Teli, che riavrà in panchina il “mito” Renzo Tommasi, potrebbe rappresentare la mina vagante del torneo.

Da valutare le potenzialità del rinnovato Guidizzolo di Alberto Botteon, mentre non riscuote entusiastici consensi il Sabbionara, indebolito dalle partenze di Monzeglio e Gozzelino. I trentini lotteranno con le piemontesi Cinaglio, Cremolino e Carpeneto e con l’altra neopromossa Fumane per guadagnare un posto tra le prime otto e scansare così l’insidioso ostacolo rappresentato dai playout.

Massimo Elia

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo