La Nuova Provincia > Attualità > Villanova: ricoverato a Chieri l’uomo che si era sentito male nel minimarket
Attualità Villafranca - Villanova -

Villanova: ricoverato a Chieri l’uomo che si era sentito male nel minimarket

Le sue condizioni sono considerate stazionarie, ma il tampone per l'identificazione del covid 19 ha dato risultati positivi

In isolamento

E’ ricoverato in isolamento presso l’Ospedale di Chieri l’uomo che si era sentito male all’interno di uno dei minimarket cittadini, dove era entrato a fare la spesa già febbricitante. Le sue condizioni sono stazionarie, ma il tampone per l’identificazione del covid 19 ha dato risultati positivi.
Come si ricorderà, l’uomo era entrato nel minimarket dichiarando apertamente di avere il coronavirus, seminando il panico fra i clienti, quindi si era sentito male, ma vi erano molte perplessità, sia sul suo comportamento, che sull’effettiva positività al virus. Negativo invece il figlio, residente nella zona vicina a Lodi e già sottoposto a ben due tamponi.
<Sembrerebbe che il contagio non sia arrivato dal figlio- commenta il sindaco Christian Giordano- ma su questo virus si sa ancora molto poco e le dinamiche del contagio potrebbero anche seguire strade imprevedibili. Le persone che gli sono state vicine sono già state tutte messe in quarantena, quindi non dovrebbero esserci pericoli per la popolazione, anche se l’invito a rimanere a casa e a prendere tutte le precauzioni è sempre e comunque valido>.

Servizio domiciliare per limitare le uscite

Quasi tutti i punti vendita di alimentari e beni di prima necessità hanno comunque attivato in Villanova il servizio domiciliare, al fine di ridurre ulteriormente le uscite delle persone e soprattutto degli anziani. La stessa Croce Rossa di Villanova effettua su prenotazione da lunedì scorso il servizio di consegna della spesa e di pagamento dei bollettini postali.
Non mancano però i trasgressori ai divieti e proprio in questi giorni lo stesso sindaco si è visto costretto a sospendere per 5 giorni la licenza d’esercizio ad una delle pizzerie d’asporto del paese. Stando ai controlli delle Forze dell’Ordine, l’esercizio avrebbe violato le norme ministeriali, sforando l’orario di apertura e servendo sul posto alcuni clienti, cosa non permessa per questa tipologia di esercizio. In quarantena anche sette dipendenti dell’azienda metalmeccanica villanovese nella quale è stato riscontrato nei giorni scorsi un altro caso di positività.
<<La persona risultata positiva sta bene e non è di Villanova- commenta Giordano- Dalle verifiche delle autorità competenti non  sembra che la stessa abbia avuto  contatti con gli altri dipendenti, tali da precludere l’attività dell’azienda una volta sanificati i locali. Le sette persone messe in quarantena, tutte del circondario villanovese, sono state contattate dall’Asl a solo titolo precauzionale e per il momento stanno bene>>.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente