La Nuova Provincia > Benessere > In arrivo i nuovi smartwatch Huami
Benessere Asti -

In arrivo i nuovi smartwatch Huami

Riuscirà a stupirci ancora una volta l’azienda Huami? Ecco tutte le novità

Arrivano gli attesissimi smartwatch di Huami Amazfit GTS 2 Mini, Amazfit Pop e Amazfit London

Gli orologi sono cambiati in modo significativo oggigiorno, siamo passati dal classico modello da polso ai moderni smartwatch e fitness tracker. Si tratta di dispositivi intelligenti, che permettono a chi li usa di monitorare l’attività sportiva ed il livello di salute. Il successo dei fitness tracker e degli smartwatch di ultima generazione è stato garantito dalle  innumerevoli funzionalità che sono in grado di offrire. Infatti, per scegliere il modello giusto, bisogna valutare tutte le caratteristiche che possono presentare. Tra le migliori case produttrici ci sono Fitbit, Apple, Samsung e negli ultimi tempi anche Huami.

Dopo il successo di Amazfit GTS, arrivano gli attesissimi smartwatch di Huami Amazfit GTS 2 Mini, Amazfit Pop e Amazfit London. La versione Mini, Pop e London si pensa che saranno diretti ad un pubblico giovanile per via del design e delle funzionalità.

Il più completo del trio sembra essere Amazfit Pop, che dovrebbe riprendere alcune delle caratteristiche del già conosciuto Amazfit Bip U. Questo smartwatch dalla faccia quadrata dovrebbe disporre di NFC e del rilevamento della fibrillazione atriale, nonché di rilevatore della frequenza cardiaca. Inoltre, L’Amazfit Pop presenterà anche un’assistente vocale digitale. Per quanto riguarda Il design sembra essere una via di mezzo tra il modello GTS e la gamma Bip, ma con dei bordi molto molto pronunciati che potrebbe nascondere alcuni sensori

Il secondo modello è l’Amazfit GTS 2 Mini, che esteticamente ricorda il Pop, ma sembra presentare cornici maggiormente sottili ed un aspetto più in linea con il GTS 2. Lo smartwatch Amazfit GTS 2 Mini sarà perciò una versione depotenziata della versione standard. I due orologi sembrano avere le stesse caratteristiche e l’unica differenza dovrebbe risiedere nella mancanza del rilevamento della fibrillazione, ossia il cardiofrequenzimetro. Il design, invece, ricorda molto il Pop anche se il display risulta molto più ampio.

Il terzo ed ultimo modello è l’Amazfit London, del quale non è stata svelata alcuna foto a differenza dei primi due modelli. Rispetto agli altri due smartwatch dovrebbe presentare un’interfaccia innovativa e differente: mentre gli altri due riutilizzano parti del codice di smartwatch già in commercio, Amazfit Londra sembra che porterà con sé un codice del tutto nuovo. In quanto a caratteristiche appare simile al Pop e questo dispositivo avrà tutti i servizi offerti tranne il supporto all’assistente vocale digitale.

Si dice che verrà commercializzato in due varianti, una con NFC e l’altra senza, e sembra che potrebbe essere disponibile, solo su questo particolare device, la misurazione della SpO2.

Articolo precedente
Articolo precedente