crowne-plaza-dubai-7189029105-4x3
Cronaca
Tribunale

A processo il viaggio a Dubai saltato alla vigilia di Natale

Prosegue la sfilata di testimoni che hanno perso fino a 10 mila euro con un’agenzia di viaggi astigiana

Un altro racconto amaro di un viaggio molto atteso per una vacanza di Natale speciale che è svanita nel nulla la sera della vigilia. E’ quello fatto da un testimone del processo che si sta celebrando in tribunale ad Asti a carico di Guerino Bovino e della sorella Antonella per il reato di truffa.
I fatti risalgono alla fine del 2017 quando un gruppo di amici milanesi aveva deciso di condividere una vacanza di Natale con le loro famiglie a Dubai. Una delle partecipanti aveva proposto come tour operator Bovino, che aveva conosciuto grazie ad un’amica. Erano stati fatti un po’ di preventivi e quello di Bovino, su carta intestata, era risultato il più conveniente. Si parla di un viaggio che, a famiglia, è costato intorno ai 10 mila euro.
«Ho incontrato il signor Bovino un paio di volte almeno – ha raccontato il testimone – e veniva direttamente lui a Milano con due POS al seguito per i pagamenti degli acconti e poi del saldo del costo di biglietti e soggiorno. A pochi giorni dalla partenza, un amico che faceva parte del gruppo, ha contattato direttamente uno degli alberghi indicati nel preventivo per chiedere una stanza aggiuntiva scoprendo che non c’erano prenotazioni a nostro nome. In più, a pochi giorni dalla partenza, ancora non ci erano stati recapitati i biglietti e i voucher. Ci siamo insospettiti e abbiamo cominciato a chiamare Bovino che ci ha sempre tranquillizzati. Poi ha chiamato un’altra persona, la vigilia di Natale (la partenza era il giorno di Santo Stefano) per dirci che il viaggio era saltato ma che non avremmo perso i nostri soldi perché sarebbe intervenuta l’assicurazione. E invece nulla, mai rivisto un solo centesimo».
Di qui la denuncia per truffa a carico dei due difesi dall’avvocato Lattanzio con la costituzione di parte civile del gruppo di viaggiatori rimasti a casa.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo