Ad Asti accese le prime telecamere
Cronaca

Ad Asti accese le prime telecamere “mobili”

Sono state consegnate nei giorni scorsi due videocamere che trasmettono le immagini in diretta tramite scheda telefonica “sim” alle forze dell’ordine

Asti è tra le prima città in Italia a essersi dotata di telecamere mobili che possono esser posizionate in luoghi diversi e spostate a seconda delle esigenze delle forze di polizia.

Sono state consegnate nei giorni scorsi due videocamere che trasmettono le immagini in diretta tramite scheda telefonica “sim” alle forze dell’ordine e che possono essere di volta collocate in luoghi di versi, a seconda delle esigenze investigative o di prevenzione.

“Grazie alle quasi cento telecamere fisse oggi in funzione, la città è già molto controllata, ma è evidente che le postazioni fisse non possono coprire tutto il territorio comunale: in questo modo qualora in una zona si verifichino dei problemi le forze dell’ordine potranno chiedere al comune di posizionare questi apparati” ha spiegato il sindaco di Asti Fabrizio Brignolo.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo