Aggressione per strada, l'incubo delle donne
Cronaca

Aggressione per strada, l'incubo delle donne

Brutti episodi di rapina. Per strada e in casa. La preoccupazione che spesso assale, di trovarsi da sole in strada, di notte, e di essere aggredite dallo sconosciuto che vuole la nostra borsa, il

Brutti episodi di rapina. Per strada e in casa. La preoccupazione che spesso assale, di trovarsi da sole in strada, di notte, e di essere aggredite dallo sconosciuto che vuole la nostra borsa, il portafoglio, il nostro telefono cellulare. E’ ciò che è accaduto a due donne, negli ultimi giorni di febbraio, a distanza di poche ore e in due diverse zone della città. In corso Savona, intorno alle 20,30, una donna di 30 anni stava salendo in auto: all’improvviso un giovane, di colore, sui 20–25 anni di età, l’ha minacciata con un coltello, intimandole di consegnare la borsa.

Poco dopo le 23 è forse lo stesso uomo ad aggredire a calci e pugni un’altra donna, che stava rincasando. Si trovava già nel cortile di casa, nella zona di via Brofferio, quando l’uomo l’ha sorpresa: l’ha picchiata pesantemente per riuscire ad impossessarsi di quanto aveva con sè, denaro e il telefono cellulare. La vittima, un giovane avvocato, ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso.

E ha vissuto attimi di tensione anche uno studente 13enne, sorpreso in casa da solo da una banda di rapinatori, che si sono finti poliziotti impegnati in una perquisizione. Il ragazzo ha compreso subito che si trattava di malviventi. Gli hanno intimato di non muoversi e, sotto i suoi occhi, hanno tagliato la cassaforte con un flessibile, fuggendo poi con il bottino.

m.m.t.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo