guardia di finanza garaglio canziani
Cronaca
Guardia di Finanza

Asti, avvicendamento al comando della Guardia di Finanza

Il colonello Fabio Canziani lascia Asti dopo quattro anni per ricoprire incarichi al Comando regionale del Piemonte. Il comando preso dal colonello Garaglio

Oggi, nel corso di una cerimonia presso la caserma “Aldo Zappa” alla presenza del Comandante Regionale del Corpo – Generale di Divisione Benedetto Lipari, il Colonnello t.SFP Fabio Canziani ha ceduto il Comando Provinciale al colonnello t. ISSMI (Istituto superiore di Stato Maggiore interforze mobile) Antonio  Garaglio.

Dopo quattro anni trascorsi ad Asti, il colonnello Canziani è stato trasferito a Torino al Comando Regionale Piemonte-Valle d’Aosta.

Il nuovo Comandante Provinciale delle Fiamme Gialle astigiane ha 53 anni, è coniugato e ha due figli, originario di San Marco Argentano (CS), proviene da Rimini ove negli ultimi sei anni ha retto l’incarico di Comandante Provinciale.

Si è arruolato nel 1987 frequentando l’87° Corso “Ponte di Perati II” dell’Accademia della Guardia di Finanza.

Nel corso della carriera ha svolto servizio di comando di Reparti operativi in Puglia, in Sicilia, nel Lazio, nonché incarichi di staff presso i Reparti Speciali del Corpo; dopo aver conseguito il titolo “Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI)” presso il Centro Alti Studi della Difesa in Roma, ha assolto, a Firenze, l’incarico di Capo di Stato Maggiore del Comando Regionale Toscana della Guardia di Finanza; dal 14 settembre 2015 sino al 2 settembre 2021 è stato Comandante Provinciale di Rimini.

Il colonnello Garaglio è laureato in Economia e management e in Scienze della Sicurezza Economico Finanziaria nonché insignito della “Medaglia Mauriziana” per i 10 lustri di carriera militare.

Il nuovo comandante colonnello Antonio Garaglio

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail