Asti, ci si sposa piùin municipio che in chiesa
Cronaca

Asti, ci si sposa più
in municipio che in chiesa

Sorpasso dei matrimoni civili rispetto a quelli religiosi; nel 2012 sono stati 772 matrimoni in provincia di Asti, più del 2010 ma meno rispetto agli anni precedenti. La tendenza alla diminuzione, in atto dal 1972, si è particolarmente accentuata a livello nazionale negli ultimi quattro anni. A diminuire sono soprattutto le prime nozze tra sposi entrambi di cittadinanza italiana…

Sono 206 i matrimoni celebrati nel 2012 nel comune di Asti, in diminuzione rispetto ai 235 del 2011 e ai 216 del 2010. Ciò che si nota, a parte il calo (peraltro oscillante), dei riti celebrati in questi ultimi tre anni, è il sorpasso dei matrimoni civili rispetto a quelli religiosi.
Allargando l’orizzonte, in base ai dati Istat, per quanto riguarda la provincia di Asti sono stati 772 i matrimoni registrati, in aumento rispetto al 2010 (760) ma in netto calo rispetto agli anni precedenti, tanto che nel 2005 erano stati in totale 849. In Italia, invece, nel 2011 sono stati celebrati in Italia 204.830 matrimoni (3,4 ogni 1.000 abitanti), 12.870 in meno rispetto al 2010.

La tendenza alla diminuzione, in atto dal 1972, si è particolarmente accentuata negli ultimi quattro anni (-4,5% tra il 2007 e il 2011, a fronte di -1,2% rilevato negli ultimi 20 anni). Il fenomeno ha interessato tutte le regioni. Nel periodo 2008-2011 il calo più marcato si è osservato in Sardegna (-7,7%), in Campania e nelle Marche (- 6,9%).
A diminuire sono soprattutto le prime nozze tra sposi entrambi di cittadinanza italiana: 155.395 celebrazioni nel 2011, circa 37 mila in meno negli ultimi quattro anni. Questa differenza spiega l’82% della diminuzione osservata per il totale dei matrimoni nel 2008-2011.

Un altro 17% della diminuzione totale è dovuto ai matrimoni in cui almeno uno dei due sposi è di cittadinanza straniera: nel 2011 sono state celebrate 26.617 nozze con almeno uno sposo straniero (pari al 13% del totale), quasi 8 mila in meno rispetto al 2007. In particolare, i matrimoni misti, cioè quelli in cui un coniuge è italiano e l’altro straniero, ammontano a 18 mila nel 2011 (5.555 in meno rispetto al 2007). Per quanto riguarda la tipologia di rito, nel 2011 sono state celebrate con rito religioso 124.443 nozze (39 mila in meno rispetto al 2008), con una prevalenza del regime di separazione dei beni (2 su 3).

e.f.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo