IMG-20210529-WA0000(1)
Cronaca
Carabinieri

Asti, coppia arrestata: in casa aveva un laboratorio chimico per realizzare “super spinelli”

Estraevano il THC in purezza sotto forma di resina ambrata da aggiungere al classico spinello per potenziarne gli effetti

Costa più della cocaina e per arrivarci bisogna passare attraverso un procedimento chimico particolare che una coppia di Asti aveva messo a punto acquistando un kit apposito.

Si tratta del “THC Killer”, una versione potenziata dell’hashish che costa allo spaccio 100 euro al grammo e oggi rappresenta la variante più in voga ad Amsterdam.

Per arrivare a questo prodotto finale, viene estratto dall’hashish tradizionale il  THC 9 con livelli di purezza del 100% che viene poi trasformato in resina ambrata da aggiungere al classico spinello.

In manette un uomo e una donna: T. M. 27 ani già pregiudicato e C. D. di tre anni più giovane, incensurata.

A loro sono arrivati i carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Asti, guidati dal tenente Iandiorio, dopo il ricevimento di numerose segnalazioni provenienti da un appartamento della periferia ovest di Asti. Un continuo andirivieni di persone che aveva alimentato il sospetto di centrale di spaccio, cosa confermata dai servizi di appostamento eseguiti dagli investigatori prima di decidere per la perquisizione che si è tenuta all’alba di stamattina.

Carabinieri della sezione operativa insieme a colleghi del radiomobile e della stazione di Moncalvo, con l’aiuto di alcuni cani antidroga dell’Unità Cinofili di Volpiano, sono entrati nell’appartamento dove hanno trovato non solo la coppia ma anche 600 grammi di marijuana, 1 bilancino e il laboratorio chimico casalingo approntato per l’estrazione del THC: mixer, macinatori, etere dimetilico, lampada alogena e i vasi a chiusura ermetica in cui la resina finale veniva conservata per lo spaccio.

L’uomo è stato portato al carcere di Asti in attesa della convalida mentre la ragazza è ai domicliari.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo