polizia municipale
Cronaca
Polizia municipale

Asti: fermato al posto di blocco, su un’auto rubata, racconta di essere Zambrotta e il Re dell’Albania

Questa mattina in via Foscolo gli agenti hanno intercettato un ragazzo, in evidente stato confusionale, alla guida di una Panda: ora è in ospedale

Prima avrebbe dichiarato di essere “Il Re dell’Albania”, poi si è ricreduto e avrebbe raccontato di essere Gianluca Zambrotta, salvo aggiungere che “Asti sarebbe esplosa a causa di una non meglio identificata bomba nascosta da qualche parte”.

È stato un posto di blocco piuttosto movimentato quello vissuto da alcuni agenti della polizia municipale di Asti, questa mattina in via Foscolo a pochi passi dallo Stadio Censin Bosia. Intorno alle 10 gli agenti hanno fermato una Fiat Panda gialla che viaggiava in direzione di via Conte Verde.

A bordo un ragazzo, poco più che venticinquenne, che ha bloccato l’auto davanti alla pattuglia salvo uscire dalla macchina gridando una frase sconnessa: «Volete l’auto o piuttosto volete me?».

Subito dopo si è quasi del tutto spogliato, rimanendo in slip, continuando a parlare con gli agenti a proposito della bomba, ma dando loro diverse generalità, probabilmente tutte inventate.

Mentre gli agenti hanno tentato di tranquillizzarlo, si è fermata una pattuglia dei carabinieri pronti a dare una mano per tenere sotto controllo il ragazzo che, nel frattempo, si è scoperto essere alla guida di un’auto non sua.

La Panda, infatti, era stata rubata poco prima in corso Casale a un uomo che l’aveva lasciata in sosta, con le chiavi inserite nel quadro elettrico, per fare una veloce commissione. L’auto è stata portata al comando della polizia municipale ed è già stata riconsegnata al legittimo proprietario.

Per quanta riguarda il suo conducente, che a un primo controllo sembra essere originario dell’Albania, ma non ha nulla a che vedere con re o calciatori di serie A, gli agenti hanno chiesto l’intervento del 118 per un ricovero d’urgenza al Cardinal Massaia. In ospedale è stato poi sottoposto a tutti i test del caso per accertare se, al momento del fermo, fosse sotto gli effetti di sostanze psicotrope o alcoliche. Al comando di via Fara sono stati invece avviati degli accertamenti per capire se il giovane abbia mai conseguito la patente di guida.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo