bosticco
Cronaca
Quartiere Torretta

Asti, i vandali superano il limite: don Bosticco ancora ingiuriato

Ancora sassi contro il totem e viso pasticciato da un pennarello nero con un’offesa

Sembra diventata una battaglia di principio. Combattuta da una parte da un gruppo di vandali che non lascia in pace il totem con l’effigie dell’amatissimo don Gino Bosticco all’ingresso del parco in Torretta a lui dedicato. Dall’altra parte da un gruppo di residenti che don Bosticco lo ricorda con immenso affetto e non vuole smettere di denunciare i dispetto che ingenerosamente sta subendo.

Qualche settimana fa i vandali avevano infranto con un sasso il totem con il suo viso sorridente; l’autore dell’opera, Carlo Quaglia, ne aveva fatto fare un altro nuovo e lo aveva sotituito a sue spese. Qualche giorno di tregua e di nuovo i vandali in azione: prima con un altro sasso che ha provocato una “ragnatela” sul viso stampato di don Bosticco e, fra ieri e oggi, con un pennarello il disegno di baffi, un’aureola e la scritta “Scemo”.

Davvero troppo per un sacerdote che ancora oggi viene ricordato co moltissima stima per quanto fatto in quartiere.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo