squadra mobile droga
Cronaca
Squadra Mobile

Asti, la Polizia arresta lo spacciatore dei ragazzini: deve scontare 2 anni di carcere

Era stato arrestato e poi condannato per la cessione di marijuana e hashish a minorenni. Con lui altre 9 persone imputate

Su di lui pendeva un ordine di arresto per una condanna di 2 anni diventata definitiva. A. H., 48 anni, conosciuto con il soprannome di “Zio”, è stato condannato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Ad arrestarlo in flagranza era già stata la stessa Squadra Mobile, nel 2019, quando gli investigatori stavano lavorando su un giro di spaccio che aveva per acquirenti prevalentemente ragazzini ancora minorenni. A casa sua, in centro città,  era stato trovato on 80 grammi di marijuana, hashish e tutta l’attrezzatura completa per taglio e confezione di dosi.

L’operazione aveva preso il suo nome, o meglio soprannome, “Zio bello” e grazie ad appostamenti, pedinamenti, intercettazioni e testimonianze, la Squadra Mobile era risalita a lui ma anche ad altre 9 persone, fra le quali un minorenne, tutti di nazionalità italiana o magrebina, coinvolti a vario titolo nella detenzione e nllo spaccio di hashish oltre che di favoreggiamento.

Durante l’attività emergeva anche la figura di S.R. di 45 anni che, nel mese di dicembre 2020, è stato arrestato in esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Torino, dovendo  scontare una pena residua di 2 mesi per favoreggiamento nei confronti di uno degli spacciatori coinvolti.

In totale, la Corte d’Appello ha confermato  per 7 imputati in totale 8 anni 1 mese 20 giorni e 18.400 euro di multa.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail