La Nuova Provincia > Cronaca > Asti, posti di blocco in via Guerra: in un anno 146 veicoli controllati dalla polizia municipale
Cronaca Asti -

Asti, posti di blocco in via Guerra: in un anno 146 veicoli controllati dalla polizia municipale

L'iniziativa dell'amministrazione comunale ha portato a rilevare 16 infrazioni, dalla mancanza dell'assicurazione alle targhe false. Nel mese di luglio un agente ha rischiato di essere investito da un'auto che cercava di sfuggire al posto di blocco

Iniziativa del Comune sui campi nomadi

Sono 146 i veicoli controllati nel corso del 2019 dalla polizia municipale durante posti di blocco attivati in via Guerra. Un’attività di controllo voluta dall’amministrazione comunale e potenziata per contrastare possibili infrazioni del Codice della Strada da parte di chi va e chi esce dai campi nomadi della zona. Tali posti di controllo si sono aggiunti a quelli allestiti dalla polizia municipale e dalle altre forze dell’ordine in corso Alessandria, nei pressi della rotatoria per via Guerra. Il bilancio è di due sanzioni per “efficienza dei veicoli a motore”, 5 per mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, 3 per mancata esibizione dei documenti, una per mancanza della carta di circolazione, due per mancanza dell’assicurazione, una per difformità delle caratteristiche del veicolo, una per mancanza della patente, una per targa falsa o manomessa.

L’assessore Marco Bona insieme al comandante Saracco e al vice Pastrone

Un agente ha rischiato di essere investito

Inoltre, nel mese di luglio, durante un posto di controllo, un agente ha rischiato di essere investito da un nomade che, privo di residenza e di documenti, per sfuggire agli agenti aveva tentato di forzare il posto di blocco. «L’uomo viaggiava su un’auto priva di contrassegno assicurativo, con targa bulgara presumibilmente contraffatta. Il guidatore è stato pertanto denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, violazione della norma sugli stranieri, per l’uso di auto con targa falsa e priva di contrassegno assicurativo», segnalano dagli uffici di via Fara, coordinati dal Comandante della polizia municipale Riccardo Saracco.

L’assessore Bona: «Più controlli sui campi nomadi»

«Oltre alle azioni sulle utenze idriche ed elettriche, abbiamo voluto dare un segnale di maggior controllo dei campi nomadi chiedendo alla Polizia Municipale di eseguire posti di blocco specifici su via Guerra, in modo da controllare chi entra e chi esce dai campi – commenta l’assessore alla Polizia Municipale Marco Bona – I controlli hanno portato fino ad oggi a 16 sanzioni per infrazioni del Codice della Strada ed anche una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale: questo vuol dire che l’azione intrapresa va nella giusta direzione della legalità e del rispetto delle regole e tale attività verrà richiesta alla nostra Polizia Municipale anche nel nuovo anno». «I posti di blocco mirati in via Guerra, realizzati nell’ottica della collaborazione instauratasi tra questa Amministrazione Comunale e le Forze dell’Ordine, che ringrazio, si aggiungono agli altri controlli che la nostra Polizia Municipale esegue regolarmente presso i campi e che sono anche finalizzati a limitare gli accumuli di rifiuti ed altre attività da sempre monitorate  – sottolinea il sindaco di Asti Maurizio Rasero – L’effetto positivo di queste attività di monitoraggio perdura anche sul lungo termine, tanto che nel corso dell’anno gli incendi ai campi si sono dimezzati».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente