La Nuova Provincia > Cronaca > Asti, tenta di “barare” all’esame di teoria della patente: denunciato dalla polizia
Cronaca Asti -

Asti, tenta di “barare” all’esame di teoria della patente: denunciato dalla polizia

L'uomo, un 25enne di origini indiane, aveva attirato l’attenzione degli esaminatori perché durante la prova sembrava parlare con qualcuno a distanza

Denunciato un 25enne

Ha tentato di “barare” all’esame di teoria per la patente di guida, ma è stato denunciato dalla polizia. Gli agenti delle Volanti della polizia nella mattina di ieri, martedì, sono intervenuti alla Motorizzazione Civile poiché, nel corso della prova teorica per il conseguimento della patente di guida, un candidato aveva tenuto dei comportamenti sospetti. Sul posto l’esaminatrice della Motorizzazione indicava ai poliziotti un 25enne di origini indiane, regolarmente soggiornante in Italia e residente a Brescia. «L’uomo, che stava svolgendo l’esame in un’aula del pian terreno, aveva attirato l’attenzione degli esaminatori perché durante la prova sembrava parlare con qualcuno a distanza, facendo uso di apparecchiature per la comunicazione non ammesse», spiega la Questura. Dapprima l’uomo avrebbe cercato di dissimulare, facendo finta di nulla, ma di fronte ai poliziotti, vistosi scoperto, ha consegnato spontaneamente la propria camicia alla quale era stato “appiccicato”, nella parte superiore, un telefono cellulare collegato ad un altro dispositivo idoneo alla lettura delle schede SIM: il tutto era tenuto al collo dal candidato tramite un cordino in plastica. Il candidato, che nonostante il sotterfugio è stato bocciato all’esame per un numero eccessivo di risposte sbagliate, veniva accompagnato in Questura, sottoposto a fotosegnalamento ed indagato per tentata truffa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente