Cerca
Close this search box.
Truffa anziana
Cronaca
Nuova tecnica

Asti, truffano un’anziana con la scusa di dover “fare pipì”

Una giovane donna incontrata per strada l’ha convinta ad aprirle la porta di casa. Per fortuna lei non aveva nulla di prezioso nè soldi

«Guardi, non so neppure io come abbia fatto quella donna a convincermi a portarla a casa mia. Sono convinta che mi abbia spruzzato in faccia qualcosa che mi ha intontita». E’ un passaggio del racconto che viene fatto al giornale da una sua anziana lettrice che vive nella zona nord della città e vuole avvertire altri che, come lei, possono cadere vittime della stessa coppia di truffatori.
«Ero in strada perchè ero andata a buttare del vetro nella campagna in fondo alla via. Sono stata avvicinata da una donna giovane che mi ha salutata dicendo di conoscermi e chiedendomi se mi ricordavo di lei. Io sinceramente non riuscivo a ricordare, ma sono anziana, la memoria spesso mi fa questi scherzi. Ad un certo punto si stringe le braccia sulla pancia dicendo che ha proprio bisogno di andare in bagno e chiede di poter usare quello di casa mia. E’ lì – prosegue il racconto – che non so cosa mi sia preso a dirle di sì e ad accompagnarla da me aprendo la porta di casa». L’anziana si è accorta che improvvisamente era spuntato anche un uomo che è salito insieme loro nell’alloggio.
«Dentro casa hanno cominciato ad aprire tutti i cassetti e l’uomo era in camera da letto. La donna continuava a parlarmi di cassaforti, dicendomi che ne voleva comprare una per casa sua e se io ne avessi una per consigliarmi il modello. Io non ho risposto perchè sentivo di essere già intontita. Poi, quando hanno capito che non avevo nulla di valore in casa, si sono fatti accompagnare all’uscita e la donna mi ha ancora detto, andandosene: “Vado da Padre Pio nei prossimi giorni, le porto una statuetta”. Tutto sommato a me è andata bene; pensandoci, potevano anche picchiarmi perchè non avevo nulla, ma vorrei mettere in guardia gli altri, se dovessero di nuovo usare questo trucco in altre parti della città».

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Scopri inoltre:

Edizione digitale