via tagliamento sito
Cronaca
Viabilità

Asti, via Tagliamento: la mini tangenziale larga tre metri dove ogni tanto le auto sfondano i muri dei cortili

La protesta dei proprietari delle case che si affacciano sul breve ma trafficatissimo tratto di strada che collega la zona di via Torchio al sottopasso di San Fedele

Non c’è pace per una delle vie più strette e corte di Asti trasformata in una “mini tangenziale” larga meno di 3 metri.
E’ via Tagliamento, quella che dal quartiere di via Torchio conduce al sottopasso di San Fedele attraversando il passaggio a livello ferroviario.
Una strada che, a dispetto di quanto sia corta e stretta e presenti una curva a gomito, è una delle più trafficate perchè mette in collegamento la zona sud con quella del centro della città.
Una “croce” per i residenti che abitano nelle case che si affacciano sulla via.
Lunghissimo è l’elenco degli incidenti che si sono verificati, l’ultimo dei quali appena tre giorni fa: un’auto, arrivando da San Fedele, nell’affrontare la curva a gomito ha perso aderenza e si è “piantata” nella rete della casa che costeggia la strada.
E non è la prima volta che qualche auto finisce in quella recinzione, tanto che i proprietari hanno deciso di rinunciare a due metri di cortile privato interno pur di non rischiare di trovarsi nel momento sbagliato ed essere travolti da un’auto che sfonda muro o rete.
Uno degli incidenti più eclatanti accadde sei anni fa quando un uomo, dopo aver rubato un pick up, uscì fuori strada andando a schiantarsi contro il muro di mattoni abbattendolo. L’uomo, nonostante dolorante, si diede alla fuga e i proprietari non ebbero mai ripagati i danni.
Decine le segnalazioni che sono state fatte dagli abitanti all’ufficio viabilità del Comune di Asti per rimediare al traffico e alla pericolosità di quel tratto di strada. E’ stato chiesto di apporre un guard rail a protezione del muro di cinta oppure di installare dei dissuasori di velocità, ma le risposte sono sempre state negative.
E loro continuano a contare i “disastri” contro il muro di cinta, contro i marciapiedi, contro le cancellate delle palazzine dell’altra parte della strada. Con l’altissimo rischio dei pedoni che si trovano a percorrerla a piedi.

Il pick up rubato che cinque anni fa sfondò il muretto

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo