La Nuova Provincia > Cronaca > Baldichieri: muore nell’incendio del suo alloggio
CronacaVillafranca - Villanova -

Baldichieri: muore nell’incendio del suo alloggio

La disgrazia all'alba di oggi. La vittima ha tentato di spegnere il fuoco da solo. Forse una sigaretta la causa del rogo

All’alba di oggi

Drammatico incendio all’alba di questa mattina in un appartamento all’ultimo piano di una palazzina di Baldichieri che costeggia la statale, subito dopo il Consorzio Agrario.

Un uomo di 48 anni, Mario Valpreda, ha perso la vita per asfissia e la camera da letto del suo appartamento è andato completamente distrutto dalle fiamme.

L’uomo si è accorto delle fiamme

Ancora presto per ricostruire la dinamica cui stanno lavorando i carabinieri della stazione di Baldichieri coadiuvati dai colleghi della Compagnia di Villanova ma secondo alcune testimonianze dei vicini di casa, l’uomo si sarebbe accorto delle fiamme e avrebbe tentato di spegnerle da solo.

Vigili del Fuoco al lavoro

L’allarme dato da un vicino di casa

E’ accaduto tutto intorno alle 5 di questa mattina, martedì, quando il vicino di casa che vive sotto l’appartamento di Valpreda ha sentito dei rumori forti, come quando si spostano violentemente i mobili. Vista l’ora si è piuttosto indispettito di tanto baccano ed è salito per andare a riprenderlo. Ma già sulle scale ha notato il fumo uscire dall’appartamento dell’uomo. Allora ha violentemente bussato al portoncino di ingresso per farsi aprire e metterlo in salvo, ma non è riuscito a farsi sentire e, poco dopo, non ha più colto neppure alcun movimento in casa.

Forse una sigaretta la causa del rogo

Nel frattempo aveva chiamato la moglie chiedendole di avvertire carabinieri e Vigili del Fuoco che sono intervenuti celermente ma quando, purtroppo, per Valpreda non c’era più nulla da fare. Una delle ipotesi è che l’uomo si sia addormentato in camera da letto con la sigaretta accesa e questa abbia innescato l’incendio; quando l’uomo si è accorto di quanto stava accadendo ha cercato di “smassare” quello che si trovava in camera per allontanare tutto dalle fiamme e lo hanno anche sentito aprire l’acqua nel tentativo di spegnere il fuoco.

Tutto è partito dalla camera da letto

L’alloggio in cui viveva Valpreda è molto grande: salone, cucina, due camere, due bagni e annessa la mansarda ma è in una delle camere da letto che i Vigili del Fuoco di Asti hanno trovato la maggiore devastazione, segno che è lì che è originato il rogo. L’uomo, invece, è stato trovato nel salone, a terra. Dopo un primo sopralluogo del medico legale, la sua salma sarà probabilmente trasportata all’ospedale di Asti per l’autopsia che verrà eseguita nei prossimi giorni.

Valpreda risulta vivesse da solo nell’appartamento e negli ultimi mesi aveva manifestato l’intenzione di venderlo.

Ci sono ancora al lavoro i Vigili del Fuoco per vuotare la casa di ogni residuo del rogo per evitare eventuali focolai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente