Cerca
Close this search box.
bracconiere
Cronaca
Carabinieri forestali

Berzano San Pietro: bracconiere scoperto dopo le foto dei bottini di caccia sui social

In casa gli sono stati trovati fucili con matricola abrasa, gabbie, lacci in acciaio e tagliole

Pagherà caro la mania di esibizionismo che lo ha portato a pubblicare, in più occasioni, i suoi bottini di caccia sui maggiori social network. Vantandosene.

E’ stato in questo modo che i carabinieri forestali di Asti hanno identificato un bracconiere che vive a Berzano San Pietro. Sono stati infatti i post la prova delle numerose segnalazioni di cittadini arrivate ai forestali in cui, anche attraverso esposti anonimi, si esprimeva una forte preoccupazione per l’attività illegale dell’uomo che aveva sconvolto la tranquillità dei cittadini del piccolo comune del nord Astigiano ai confini con il Torinese.

I forestali hanno raccolto dunque le numerose pubblicazioni sui social e hanno ottenuto il permesso di eseguire una perquisizione della casa dell’uomo.

Qui hanno trovato fucili da caccia con matricola abrasa, quindi non denunciati, munizioni e altri strumenti di caccia vietati come una gabbia, lacci metallici e tagliole. Tutto è stato sequestrato e lui, che non aveva alcuna autorizzazione nè per la detenzione nè per il porto d’armi, è stato denunciato.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Edizione digitale