Buoninconti resta in cellaIl gip dice no alla scarcerazione
Cronaca

Buoninconti resta in cella
Il gip dice no alla scarcerazione

L'uomo, che durante l'interrogatorio di garanzia si era proclamato innocente, rimane in prigione a Quarto d'Asti. I figli affidati ai nonni materni attendono di dare l'ultimo saluto alla madre ai funerali che si svolgeranno sabato mattina a Govone

Il gip Giacomo Marson ha respinto la richiesta di scarcerazione di Michele Buoninconti proposta dai suoi avvocati a seguito dell'ordinanza di custodia emessa nei giorni scorsi. Buoninconti, arrestato con l'accusa di aver ucciso la moglie Elena Ceste e averne occultato il corpo nel rio Mersa, rimane in cella a Quarto. L'uomo, durante l'interrogatorio di garanzia, si era detto innocente confermando la sua estraneità ai fatti e la richiesta di cercare il vero colpevole altrove.

Intanto il tribunale dei minori di Torino ha affidato i quattro figli della coppia ai nonni materni facendo divieto assoluto al padre di vederli. Nel frattempo, a Govone, si stanno predisponendo i funerali della mamma di Motta: saranno celebrati sabato mattina, alle 10, in forma strettamente privata. Venerdì sera, alle 20.30, si svolgerà invece un rosario nella chiesa parrochiale di Motta su iniziativa del parroco, don Roberto Zappino.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo