Trovati in un bosco di Cisterna d'Asti sette cani abbandonati, cercano famiglia
Cronaca

Trovati in un bosco di Cisterna d'Asti sette cani abbandonati, cercano famiglia

A ridosso dell’estate si parla di abbandono di cani, eppure non basta per evitare che non accada più. Al pari di vecchi vestiti gettati a terra, sono stati trovati, in agosto, in mezzo al bosco di

A ridosso dell’estate si parla di abbandono di cani, eppure non basta per evitare che non accada più. Al pari di vecchi vestiti gettati a terra, sono stati trovati, in agosto, in mezzo al bosco di Via Lunga (alla fine di Cisterna d’Asti, già a Canale) 7 cani abbandonati. Un produttore cisternese rientrando verso casa in trattore, ha trovato verso le cinque di pomeriggio, sei cani cuccioli color champagne, neri e marroncini (incrocio Labrador probabilmente) e una femmina nera (di piccola taglia già cresciuta) abbandonati sotto il sole cocente, spersi, impauriti, affamati, sporchi, pieni di zecche e disidratati. Accanto a loro una scatola di cartone, coperta da un sacco per l’immondizia e un pentolino d’acqua (putrida).

Grazie ad un aiuto telefonico di un veterinario di Canale, che ha fornito gentilmente il numero, il cisternese ha avvisato i carabinieri di Canale e, nel giro di breve, sono arrivati due volontari del canile di Bra-Pollenzo per prelevare i cani, curarli e ricoverarli per la notte. Nel frattempo ai cani sono state date crocchette e acqua (è servito passare il dito bagnato sulle labbra di alcuni cuccioli, talmente deboli da non riuscire a bere da soli). Tante le domande che arrivano al cervello quando ti trovi davanti ad un abbandono di animali, innocenti e che non possono parlare. A parte l’amarezza di chiamarsi “umani” in questi casi “animali”, viene da chiedersi: perché non portarli direttamente al canile anziché abbandonarli rischiando di ucciderli? Il canile è sempre aperto “no stop” e gratuitamente.

Tra l'altro, l'abbandono di animali è reato. Diversi siti sul web lo spiegano meglio, c’è anche un numero “anti-abbandono” sulle autostrade, valido in tutta Italia, creato appositamente dall’Enpa (800-137.079, tutto luglio e agosto- gratuito- 24 ore su 24); se li si trova, come in questo caso, abbandonati in un luogo preciso si devono contattare subito i carabinieri di zona, denunciare l’abbandono e attendere il contatto con il canile di riferimento. Ora i cuccioli, grazie alle cure mediche e all’assistenza del canile, sono stati tutti salvati (anche una femminuccia che era più morta che viva al momento dell’abbandono), sono stati lavati e ripuliti dalle numerose zecche e stanno facendo le profilassi necessarie. Presto avranno un microchip e saranno adottabili.

Se interessati all’adozione, contattare il canile di Bra-Pollenzo: Tel. 0172.478.058. Orario: apertura tutta la settimana:?dalle 9 alle 12, pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30, esclusi i pomeriggi festivi.

r.a.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo