Traffico di rifiuti in Langhe e Valbormida, fermati 5 nomadi di Asti e Carignano
Cronaca

Traffico di rifiuti in Langhe e Valbormida, fermati 5 nomadi di Asti e Carignano

Tolleranza zero da parte dei Carabinieri della compagnia di Alba nei confronti di chi raccoglie, trasporta e smaltisce illegalmente rifiuti speciali e molto pericolosi per l'ambiente.A seguito di

Tolleranza zero da parte dei Carabinieri della compagnia di Alba nei confronti di chi raccoglie, trasporta e smaltisce illegalmente rifiuti speciali e molto pericolosi per l'ambiente.
A seguito di controlli eseguiti sulle principali strade che attraversano le Langhe e la Valbormida, i militari nei giorni scorsi hanno denunciato alla Procura della Repubblica 5 persone per i reati di raccolta e trasporto di rifiuti speciali e pericolosi senza autorizzazione e senza iscrizione all’Albo delle aziende per il trattamento dei rifiuti.

Gli indagati sono tutti nomadi di etnia “sinti” con precedenti penali per reati contro il patrimonio, 4 di loro sono residenti ad Asti ed uno a Carignano (To). Erano alla guida di furgoni con cassone o camioncini su cui avevano caricato rottami ferrosi di vario tipo: fusti contenti olii esausti, vecchie batterie per auto contenenti acidi, pneumatici usurati, bidoni contenenti residui di solventi e vernici e via dicendo.

Sono in corso ulteriori accertamenti da parte dei carabinieri per capire dove i denunciati avrebbero poi smaltito illecitamente i rifiuti e l’identità di coloro che glieli hanno conferiti, soggetti a cui verrebbero comminate pesanti sanzioni pecuniarie in violazione delle norme vigenti a tutela dell’ambiente.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo