Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/cadavere-di-isola-d39astibrsopralluogo-del-medico-legale-56e68dd4c2f961-nkiji518v6jz0025vmud422k1l8g2rqs9r4ztwd47c.jpg" title="Cadavere di Isola d'Asti,
sopralluogo del medico legale" alt="Cadavere di Isola d'Asti,sopralluogo del medico legale" loading="lazy" />
Cronaca

Cadavere di Isola d'Asti,
sopralluogo del medico legale

Un ulteriore sopralluogo di circa due ore, ieri pomeriggio, martedì, ad Isola, in frazione Chiappa, dove sabato mattina erano stati scoperti, nel corso di lavori di pulizia da parte dei cantonieri

Un ulteriore sopralluogo di circa due ore, ieri pomeriggio, martedì, ad Isola, in frazione Chiappa, dove sabato mattina erano stati scoperti, nel corso di lavori di pulizia da parte dei cantonieri del Comune, resti umani tra la fitta vegetazione all’interno di un canale tra i campi, lungo la linea ferroviaria. Sul posto il medico legale di Alba Francesco Romanazzi e, con lui, il comandante provinciale dei carabinieri il tenente colonnello Fabio Federici, e il capitano Lorenzo Repetto che guida la Compagnia di Canelli.

Sono stati effettuati dei prelievi di terreno e di acqua, necessari per le comparazioni con le tracce presenti sui resti ritrovati, ridotti pressoché ad uno scheletro e che si trovano ora all’Istituto di medicina legale di Alba. Lunghi accertamenti erano stati già svolti nell’area nella giornata di sabato, presenti il sostituto procuratore Laura Deodato, medico legale, comandante provinciale dei carabinieri e il maggiore Marco Pettinato che guida il Nucleo investigativo. In quel piccolo canale, il rio Mersa, in cui la presenza di acqua non sarebbe mai mancata nel corso dei mesi passati, non sarebbero stati ritrovati né indumenti né oggetti di valore.

La zona si trova al confine con Motta di Costigliole e a pochissima distanza (visibile a metà collina) dalla casa di Elena Ceste, la donna scomparsa lo scorso 24 gennaio. Inevitabile come il pensiero di tutti andasse a quel misterioso caso di scomparsa. Tante voci si sono rincorse in questi giorni, in particolare sul fatto che potrebbe trattarsi del cadavere di una donna, ma solo l’esito degli esami autoptici e genetici potrà far luce dell’identità di quel corpo. Esami complessi, in particolare quelli del Dna sulle ossa, i cui risultati sono attesi per i prossimi giorni.

Marta Martiner Testa

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale