La Nuova Provincia > Cronaca > Caso Ceste, dopo l’avvocato Michele “perde” anche un consulente difensivo
Cronaca Costigliole - San Damiano -

Caso Ceste, dopo l’avvocato Michele “perde” anche un consulente difensivo

Una criminologa incaricata dal pool difensivo che lavora per la riapertura del processo

E’ la criminologa Anna Vagli

Due settimane fa la notizia della dismissione del mandato da parte dell’avvocato Enrico Scolari; pochi giorni fa analogo abbandono da parte della criminologa Anna Vagli. In poco tempo Michele Buoninconti, che sta scontando 30 anni di pena nel carcere di Alghero per l’omicidio della moglie Elena Ceste, ha perso un altro “pezzo” del team difensivo messo in piedi per chiedere la revisione del processo.
La dottoressa Vagli era stata nominata come consulente tecnico dal procuratore speciale, il dottor Eugenio D’Orio che con la Falco Investigazioni ha accettato l’incarico di nuove indagini difensive volte alla riapertura del processo.

Per incomprensioni con il pool difensivo

«Per sopravvenute incomprensioni con i membri del team difensivo – scrive la dottoressa Vagli – venuta meno la condivisione delle strategie difensive, in qualità di consulente tecnico rinuncio con estremo rammarico al mandato conferitomi. Da questo momento e con effetto immediato. Restano comunque ferme le mie convinzioni in ordine alla posizione di Michele Buoninconti».
E’ ancora fresca la vicenda che ha visto il team difensivo accusare il Tribunale e la Procura di Asti di aver “perso” alcuni reperti del caso Ceste mentre invece erano disponibili presso i laboratori scientifici dei carabinieri che avevano eseguito le analisi.

d.p.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente