cinghiali mais filo elettrico
Cronaca
Agricoltura

Cinghiali: pronte le linee guida regionali per arginare i danni nei campi

Nei prossimi giorni l’assessore e il suo staff andranno all’Ispra di Roma per presentarle. Poi toccherà alle associazioni agricole e venatorie

A pochi giorni dalla ripresa degli appelli degli agricoltori per un’impennata di danni provocati dai cinghiali nei campi di mais salvati dalle semine e in altre colture, la Regione Piemonte annuncia che sono pronte le linee guida regionali per il contrasto all’emergenza ungulati.

L’assessore all’agricoltura con il presidente della Commissione Agricoltura, Caccia e Pesca del consiglio regionale e i funzionari dell’assessorato andrà nei prossimi giorni a Roma per presentare all’Ispra il frutto di mesi di tavoli e confronti sul tema della gestione degli ungulati che hanno coinvolto anche le Province e le Prefetture di tutto il Piemonte.

Non è ancora dato a sapere nel dettaglio cosa contengano le linee regionali, ma l’Assessore garantisce che quanto è stato elaborato faciliterà la gestione dei cinghiali ed uniformerà sul territorio regionale il modo di affrontare la calamità che sta colpendo duramente il settore agricolo e la sicurezza stradale.

Di ritorno da Roma, con eventuali modifiche dettate dall’analisi dell’Ispra, il testo sarà trasmesso alle associazioni venatorie ed agricole prima della definitiva approvazione della giunta regionale.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo