IMG-20200317-WA0042
Cronaca

Comprate le mascherine sequestrate dalla Finanza e date alle forze dell’ordine in servizio su strada

Acquisto regolare autorizzato dalla Procura. Erano state trovate ad un uomo che le vendeva a 5 euro l’una. Le pattuglie le useranno durante i servizi

Una destinazione utile

Non ci ha neppure pensato un minuto il Procuratore della Repubblica di Asti, dottor Perduca, nel firmare l’autorizzazione all’acquisto, a prezzo di costo, delle 350 mascherine chirurgiche sequestrate nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza di Asti ad un operaio che lavorava in nero per un’azienda del settore sanitario astigiano che cercava di piazzare fra le farmacie cittadine pacchi di questo presidio sanitario ormai introvabile al prezzo di 5 euro l’una.

Il titolare della società è stato denunciato e le mascherine sequestrate. Ma sono un bene troppo prezioso per finire “parcheggiato” in qualche stanza di corpi di reato.

Il comandante della Guardia di Finanza di Asti, il colonnello Fabio Canziani, a stretto giro di posta ha fatto richiesta alla Procura di acquisto “istituzionale” delle mascherine al prezzo di costo, così come è consentito da apposita norma del codice penale.

Autorizzato l’acquisto, il pacco di mascherine, (che non è di quelle che utilizzano i sanitari negli ospedali attualmente in prima linea nella lotta alla malattia), è entrato regolarmente in possesso delle forze dell’ordine con pattuglie su strada a contatto con il pubblico e del personale che riceve in caserma. Una “boccata d’ossigeno” per scorte risicate e grandi difficoltà di approvvigionamento.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo