Denuncia ex fantino per tentata violenza
Cronaca

Denuncia ex fantino per tentata violenza

Tentata violenza sessuale nei confronti di una giovane estetista. E' l'accusa con cui è stato arrestato dalla polizia nello scorso fine settimana un'ex fantino di Asti. La stessa donna

Tentata violenza sessuale nei confronti di una giovane estetista. E' l'accusa con cui è stato arrestato dalla polizia nello scorso fine settimana un'ex fantino di Asti. La stessa donna avrebbe chiesto l'aiuto della polizia, raccontando che l'uomo, di cui avrebbe fornito una descrizione dettagliata, aveva cercato di aggredirla. Le pattuglie sono arrivate nel giro di pochi minuti nella zona di Santa Maria Nuova e hanno arrestato l'uomo, posto poi ai domiciliari in attesa della convalida dell'arresto da parte del giudice.

Quest'ultima notizia di violenza va ad alimentare il primo bollettino 2014 dei passaggi in Pronto Soccorso per questo tipo di fenomeno. Siamo solo al 17 di gennaio e sono già stati 6 gli accessi registrati in Pronto Soccorso per violenza, sia negli ambiti domestici sia in quelli di lavoro o pubblici. Di questi pazienti, 5 sono donne adulte mentre uno è un minorenne. Ricomincia dunque un triste conteggio che l'anno scorso si è chiuso a 120 accessi che hanno riguardato 92 donne, 18 uomini e 10 ragazzi al di sotto dei 18 anni di età.

Per quasi tutti le cure prestate dai medici del primo intervento sono state sufficienti, ma per otto di loro si è reso necessario il ricovero e 5 nel letto segreto, una struttura di accoglienza e protezione che mette al riparo la vittima dal suo violentatore nel caso in cui siano conviventi e dunque non sia possibile per lei tornare a casa. Dei 120 casi segnalati, 70 riguarda persone di nazionalità italiana, 14 marocchini, 8 romeni, 5 macedoni, 4 tunisini, 3 senegalesi e gli altri restanti provenienti da altri Paesi del mondo. L'età media di chi si è presentato per denunciare una violenza e farsi curare è di 40 anni. I dati del 2013 fanno preoccupare, perchè, confrontandoli con quelli del 2012, emerge il trend di crescita di chi deve ricorrere alle cure dopo una violenza. L'anno prima, infatti, il totale dei passaggi si era attestato a 105 persone e l'età media era di 43 anni.

Quello che preoccupa ancor di più, però, è che questi numeri rappresentano solo la punta dell'iceberg di questo fenomeno sempre più diffuso a causa delle tensioni dovute alla crisi economica persistente che mette in discussione gli equilibri già precari. Come hanno ricordato le esperte del Centro d'Ascolto L'Orecchio di Venere, facente capo alla Croce Rossa, soprattutto le donne tendono a tenere nascosta la violenza che subiscono, perchè vivono questa situazione come un fallimento del loro progetto di famiglia e spesso non hanno alternative dopo la denuncia. Denuncia che diventa inevitabile quando le violenze sono tali da dover ricorrere alle cure dei medici.

m.m.t. e d.p.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale