Cerca
Close this search box.
Ex Palazzina Comando: una sola manifestazione di interesse per il riutilizzo
Cronaca

Ex Palazzina Comando: una sola manifestazione di interesse per il riutilizzo

Prosegue la partita del Comune per il riutilizzo della Palazzina Comando nell’ex Caserma Colli di Felizzano. A ridosso dell’Università, l’ex immobile dell’esercito è un luogo strategico che

Prosegue la partita del Comune per il riutilizzo della Palazzina Comando nell’ex Caserma Colli di Felizzano. A ridosso dell’Università, l’ex immobile dell’esercito è un luogo strategico che l’amministrazione Brignolo vorrebbe far rivivere dopo anni di abbandono e, proprio per questo, il settore Patrimonio aveva predisposto un apposito “avviso di ricerca” per trovare eventuali privati interessati a gestire l’intero immobile o una parte di esso. Però, come si legge nella delibera 381 della Giunta (con data 18 settembre) al termine dell’avviso di ricerca «è pervenuta una sola manifestazione di interesse e che detta manifestazione è pervenuta in tempo utile anche se – si legge nel documento – è stata trasmessa senza plico chiuso, sigillato, controfirmato su lembi di chiusura e appare non sufficientemente documentata». Vizi considerati non rilevanti in quanto si trattava di una semplice manifestazione di interesse, da parte di un unico soggetto privato (non citato nel documento) e non un’offerta ufficiale propedeutica all’assegnazione.

In sostanza c’è un solo privato che, ad oggi, ha mostrato interesse per rilevare l’ex Palazzina Comando sulla quale, è doveroso ricordare, vi sono numerosi vincoli identificati dall’amministrazione. «Chiunque otterrà la gestione di quell’immobile – spiega l’assessore al Patrimonio Maria Bagnadentro – dovrà presentare un progetto completo che preveda attività a servizio del campus universitario, tipo creare una mensa o un locale biblioteca, ma il Piano economico finanziario del proponente verrà predisposto in base agli indirizzi emanati da Comune e Astiss». In primavera si era anche ipotizzata una possibile riqualificazione dell’immobile come ostello per i giovani universitari anche se, alla fine, sarà il Consiglio comunale a dare il via libera definitivo a qualsiasi progetto. In ogni caso la Giunta ha deciso di continuare la trattativa con l’unico soggetto interessato «al fine – precisa la delibera – di pervenire all’acquisizione di una proposta completa che dovrà avere carattere non vincolante per il Comune e non dovrà determinare nessun onere per l’amministrazione indipendentemente dalle definitive decisione che la stessa assumerà a riguardo».

E proprio della concessione dell’immobile nell’ex Caserma Felizzano si discuterà oggi pomeriggio, martedì, nella commissione Lavori Pubblici convocata dal presidente Anna Bosia. La stessa ha più volte dichiarato di voler seguire con molta attenzione il bando di concessione di quel bene e, lo scorso aprile, era stata molto critica su una precedente delibera di Giunta (la 98 del 25 marzo 2014) con la quale l’amministrazione prendeva atto della disponibilità dell’Albergo Etico di impegnarsi nella gestione del sito. Adesso, secondo quanto si è potuto apprendere, l’unica manifestazione di interesse non sarebbe comunque arrivata dall’associazione Albergo Etico ma da un altro soggetto interessato a gestire l'immobile.

Riccardo Santagati

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale