federica-farinella-kTYC-U32301244392861FMC-656x492@Corriere-Web-Torino
Cronaca
Il lutto

Federica Farinella, il suo funerale non cancella i dubbi ancora aperti

La modella scomparsa nell’Astigiano nel 2001 e i cui resti sono stati ritrovati nel 2021. Il criminologo Pace auspica un miglioramento delle modalità operativa degli investigatori in caso di scomparse

Federica  riposa finalmente in pace. A distanza di qusi 22 anni dalla sua scomparsa e ad appena due e mezzo dal ritrovamento dei suoi resti vicino alla casa di campagna di famiglia fra Chiusano e Montechiaro, per la famiglia Farinella i funerali che si sono tenuti giovedì scorso alla parrocchia di San Giovanni Bosco a Rivoli rappresentano la dolorosa conclusione di due decenni di ricerche, dubbi, speranze.

 

 

Al funerale era presente il direttivo dell’Associazione Penelope Piemonte, di cui il padre di Federica, Francesco Farinella, è vicepresidente dopo anni di presidenza e di attività a favore di altre famiglie che hanno provato il dramma della scomparsa di una persona cara.

Penelope ha inoltre preso parte alle ricerche di Federica sia negli anni successivi alla scomparsa sia recentemente dopo il ritrovamento dei resti, restando accanto alla famiglia dal primo momento fino ad oggi. Durante la funzione il presidente, il criminologo astigiano Fabrizio Pace, ha rappresentato l’Associazione porgendo le condoglianze ai familiari di Federica, ribadendo la perseveranza di Francesco Farinella nel non rassegnarsi mai durante le ricerche della figlia, anche a distanza di vent’anni.

«Ritengo importante che tutti noi ricordiamo che Federica – ha dichiarato  Pace – anche dopo vent’anni, abbia diritto ad una degna sepoltura, che rispetti la sua integrità fisica, così come il diritto a una sepoltura da parte dei suoi cari, perché possano infine avere la possibilità di avere risposte alla tragedia che solo la scomparsa di una persona amata può lasciare nella propria vita».

Ma Pace ha avuto parole anche per gli investigatori che si sono occupati del caso di Federica.

«Sottolineo l’importanza che la Magistratura dovrebbe assumere nei casi di scomparsa, augurandomi che il caso di Federica possa essere un insegnamento che porti a un miglioramento delle modalità operative delle istituzioni, così da creare situazioni in cui si possa lavorare in maniera più efficace per dare le giuste, doverose risposte alle famiglie delle persone scomparse».

 

Alla funzione inoltre è stato presente anche Fabrizio Franceschelli, invitato del famoso programma “Chi l’Ha Visto?”, informa Pace,  che ha portato le condoglianze della presentatrice Federica Sciarelli e della redazione tutta. Con grande emozione e umanità, Franceschelli ha ricordato la storia di Federica, storia che grazie al programma tutti gli italiani hanno seguito e a cui si sono affezionati nel corso di questi anni, invitando i presenti a tenere nei loro pensieri la modella astigiana. Ha inoltre aggiunto quanto sia importante continuare a cercare la verità sulle cause della morte di Federica e che tale impegno debba essere assunto dallo Stato.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo