Fiamme Gialle: ecco i primi dati 2013 sul contrasto all'evasione fiscale
Cronaca

Fiamme Gialle: ecco i primi dati 2013 sul contrasto all'evasione fiscale

Emergono i primi dati 2013 in merito all'attività che la Guardia di Finanza ha pianificato per contrastare l’evasione fiscale, ritenuta ormai fra le principali cause della difficile situazione

Emergono i primi dati 2013 in merito all'attività che la Guardia di Finanza ha pianificato per contrastare l’evasione fiscale, ritenuta ormai fra le principali cause della difficile situazione economica del Paese. Nell’Astigiano le Fiamme Gialle hanno approfondito e selezionato settori e fattispecie maggiormente sensibili alla perpetrazione di illeciti, avviando i controlli sui contribuenti sospettati di non rispettare le normative specifiche.

Ultimo esempio dello sforzo finora profuso è stata la recente individuazione (leggi l'articolo) di un insidioso sistema finalizzato ad evadere le imposte dirette in modo fraudolento mediante la contabilizzazione di consulenze di vario tipo, falsamente svolte da soggetti privi di competenze e non iscritti agli ordini professionali. Le operazioni successive all’arresto del commercialista locale hanno consentito di acquisire i fascicoli di oltre un centinaio di clienti che si ritiene abbiano adottato il predetto sistema al fine di ridurre il debito fiscale tramite l’aumento dei costi annualmente sostenuti. La conseguente attività di riscontro e controllo  consentirà all’Erario di recuperare consistenti importi, quantificabili in diversi milioni di euro finora non corrisposti.

Oltre a questa operazione, nella prima parte del nuovo anno, i reparti del Corpo in provincia hanno individuato 4 evasori totali che hanno omesso di presentare le prescritte dichiarazioni annuali, operanti nei settori edile, di commercio all’ingrosso di apparecchi nonché di consulenze contabili, segnalando all’Agenzia delle Entrate, per la tassazione, una base imponibile di oltre 1,4 milioni di euro.

Una particolare attenzione è naturalmente rivolta al versante dei controlli strumentali verso gli esercizi tenuti al rilascio dello scontrino o della ricevuta fiscale. In tale ambito sono stati eseguiti finora 206 interventi in molti comuni dell’astigiano che hanno portato alla constatazione di 71 violazioni per la mancata emissione di tali documenti. Nel corso della medesima attività, inoltre, sono stati accertati 13 omessi pagamenti degli abbonamenti annuali speciali da parte di esercizi pubblici che detengono apparecchi radiotelevisivi.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo