Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/gia-raccolte-130-testimonianzebrdalla-polizia-sul-delitto-indino-56e6a42ec28d71-nkieitdp112o24jd04cnfb4s793jljuaa6m7ti8z9k.jpg" title="Già raccolte 130 testimonianze
dalla Polizia sul delitto Indino" alt="Già raccolte 130 testimonianzedalla Polizia sul delitto Indino" loading="lazy" />
Cronaca

Già raccolte 130 testimonianze
dalla Polizia sul delitto Indino

E' trascorso un mese dal brutale omicidio di Francesco Indino, l'autotrasportatore 52enne di Montechiaro che lavorava per una ditta di ortofrutta di Costigliole, massacrato con diversi colpi

E' trascorso un mese dal brutale omicidio di Francesco Indino, l'autotrasportatore 52enne di Montechiaro che lavorava per una ditta di ortofrutta di Costigliole, massacrato con diversi colpi alla testa in piazza Campo del Palio.

Lo hanno colpito con un palanchino o con una spranga (i risultati dell'esame autoptico potranno fornire indicazioni precise sull'oggeto usato) lo scorso 25 giugno, intorno alle 4,30, lasciandolo esanime in una pozza di sangue accanto al camion su cui stava per salire per andare a fare il mercato a Moncalvo. In queste settimane il lavoro degli uomini della Squadra mobile della polizia coordinata dal commissario capo Loris Petrillo non si è mai fermato. Sono state raccolte 130 testimonianze, tra conoscenti, amici e i residenti dei palazzi di piazza Campo del Palio.

Si stanno anche esaminando alcuni filmati registrati dalle telecamere di negozi di quell'area della città, alla ricerca di elementi che possano portare all'individuazione del passaggio dei killer in corso Einaudi e nelle vie limitrofe. Per quanto riguarda il movente dell'uccisione di Indino, perpetrata con grande ferocia, si continuano ad escludere il furto o la rapina. Anche se la pista che sembra essere più accreditata rimane quella di un delitto maturato per motivi di tipo economico, legato dunque a questioni di denaro.

m.m.t.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale