stupefacente carabinieri
Cronaca
Carabinieri

Gli trovano due etti di haschish nascosti dietro la scrivania

Arrestato un giovane di Asti che era stato intercettato a Canelli nelle zone note allo spaccio

Un’indagine partita da Canelli, dove i carabinieri della Compagnia hanno notato lo strano comportamento di un giovane residente ad Asti che frequentava con assiduità le zone conosciute per lo scambio di stupefacente con i tossicodipendenti.

Lo hanno tenuto d’occhio e lo hanno seguito fino ad Asti dove continuava a tenere stretti contatti con noti assuntori.

Individuata la sua abitazione, è stata decisa una perquisizione che ha permesso di rirovare, nascosti tra la scrivania e il muro del salotto, due panetti sigillati con cellophane contenenti ognuno un etto di hashish. Sui panetti la scritta “Almaz”, ovvero “diamante” che probabilmente rappresentava un chiaro marchio di stupefacente di qualità superiore.

Nella stessa casa trovati anche altri pezzi più piccoli già confezionati e tutto il materiale usato per suddividere in panetti in dose compreso un coltello a serramanico con la lama ancora incrostata da residui di hashish.

Al termine della perquisizione il giovane è stato arrestato in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio e gli sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo