La Nuova Provincia > Cronaca > I taxi tornano in piazza Alfieri
davanti ai Portici Rossi?
Cronaca Asti -

I taxi tornano in piazza Alfieri
davanti ai Portici Rossi?

Oggi i tassisti sono quasi tutti davanti alla stazione ferroviaria. Alcuni di loro  sono convinti che spostarsi verso una zona più centrale sia meglio per tutti. «Non è una pretesa – spiegano – ma un modo per rendere più semplice la vita ai cittadini.» Ai commercianti l'idea non dispiace, e l'assessore alla viabilità Mario Sorba concede una mezza apertura: «In piazza Alfieri forse già per Natale»

«Presto insegua quel taxi!». Oggi ad Asti, per poter salire su una macchina bianca e prendersi il gusto di recitare la celebre frase da spy story americana tocca andare a piedi in stazione. Ma l’iniziativa di un comitato spontaneo di "taxidriver" sembra indirizzata a far cambiare le cose. Con il servizio che dovrebbe tornare nel centro della città e la benedizione di tutti. Politici e negozianti. Ridare qualche stallo ai tassisti in piazza Alfieri. Questa l’idea in breve, portata avanti dai diciotto autisti astigiani, per migliorare il servizio e lavorare un pò di più e un pò meglio. Le reazioni alla proposta sembano tutte favorevoli e già questa è una notizia quando si parla di Asti. A maggior ragione quando si parla di viabilità.

«L’idea è nata perchè qui siamo ammassati – spiega uno dei promotori, Roberto Serra – abbiamo un traffico di clienti che decidono di prendere il taxi in modo razionale. Ci manca il cliente emozionale quello che prende il taxi perchè lo vede e decide che ne ha bisogno». Effettivamente in centro avere un’offerta di questo genere potrebbe essere positivo. Oltre che probabilmente più economico per i clienti. Visto che far partire tutte le corse dalla stessa parte della città fa lievitare anche i costi. «In quasi tutte le città – racconta Nicola Tarallo detto "Nico" – ci sono diversi punti in cui è possibile prendere un taxi. Noi abbiamo solo la stazione che ha visto i treni ridursi e uno stallo all’ospedale». Che peraltro, spiegano i tassisti, da più problemi che altro, visto che il parcheggio selvaggio della zona impedisce di fatto di usarlo.

«La richiesta di riavere i taxi in piazza Alfieri – continua – non vuole essere una protesta ma un modo per migliorare il servizio». Fino al 2007 infatti poco prima di via al Teatro c’erano alcuni stalli, poi con l’avvio della ristrutturazione del "Cocchi" i tassisti sono stati spostati. Senza che fino ad oggi riavessero gli stalli promessi. Proprio per questo, circa un mese fa, un comitato spontaneo degli autisti ha presentato una richiesta al Comune per poter ricominciare a parcheggiare in Piazza Alfieri. Questa volta di fronte ai Portici Rossi. «Se fosse possibile, come speriamo – continua Roberto Serra – avere gli stalli ci terremmo molto ad averli entro dicembre; un mese in cui la gente fa acquisti ed è più facile che usi i nostri servizi». Dal Comune sembrano piuttosto favorevoli alla richiesta.

«Ho la domanda sulla scrivania – fa sapere Mario Sorba, assessore al Trasporto Pubblico e alla Viabilità – e non vedo elementi ostativi. Compatibilmente con i vincoli e i tempi della burocrazia, cercheremo di accontentare i tassisti, spero già entro Natale».  Per i commercianti di Piazza Alfieri la novità, anche se li coglie un pò di sorpresa, sembra una buona notizia. «Non so – dicono alla tabaccheria Portici – qui davanti fermano i pulman» ma comunque «ogni iniziativa che dia sviluppo è ben accetta» sorride Stefano del "Bar Portici Rossi". Via libera anche dai titolari dell’Hotel Reale anche se precisano che «occorre fare attenzione alla viabilità». Tutti d’accordo coi "Taxi driver" quindi proprio mentre sembra di sentire la voce di Robert De Niro dire: "Ehi dici a me?".

Lodovico Pavese